Mercoledì 10 Marzo 2010

Sicilia/ Partinico, nipoti violentati dagli zii: arrestata madre

Roma, 10 mar. (Apcom) - E' stata condannata in via definitiva a 2 anni e 4 mesi di reclusione la donna di 43 anni, residente a S. Giuseppe Jato, nel palermitano, coinvolta nella turpe vicenda di abusi sessuali e violenza atroci perpetrati nei confronti di 4 bimbi, all'epoca dei fatti minori di 10 anni, ad opera dei quattro zii materni. La donna, madre dei bambini che sapeva delle violenze e ha taciuto, agevolando anzi gli abusi, è stata quindi arrestata in applicazione di un ordine di esecuzione emesso dalla procura generale della Repubblica presso la corte d'appello di Palermo. Le indagini all'epoca dei fatti, furono condotte dalla sezione reati sessuali ed in danno di minori della squadra mobile palermitana che, sulla scia di una segnalazione giunta dai sevizi sociali di S. Giuseppe Jato, fece luce su una lunga sequenza di abusi subiti dai piccoli nel più assoluto silenzio dei genitori che non solo non avevano impedito gli incontri con i piccoli ma, anzi, li avevano agevolati, lasciando da soli i figli, senza esercitare alcuna vigilanza. I poliziotti accertarono il degrado e la promiscuità del contesto in cui si erano concretizzate le violenze e, insieme ad una specifica equipe di psicologi, ascoltarono le piccole vittime i cui comportamenti, precocemente "sessuati", avevano fatto scattare l'allarme dei servizi sociali. Le vittime, nel corso delle audizioni, avvenute in un contesto ovattato, che attenuasse le tensioni ed il dramma del vissuto ricordato dai piccoli, confermarono le risultanze investigative, dando di fatto il via all'iter giudiziario che, per la madre delle vittime, si è concluso con la sentenza definitiva, ieri eseguita dai poliziotti di Partinico.

Red/Apa

© riproduzione riservata