Domenica 11 Luglio 2010

Domenica di afa, bollino rosso a Bolzano, Genova e Torino

Roma, 11 lug. (Apcom) - Una domenica di afa in Italia, con temperature massime percepite che arrivano a 36 gradi e tre città, Bolzano, Genova e Torino da bollino rosso, mentre, tra le città comunque più calde, a Roma e Bologna il livello di allerta è due, arancione. E domani salgono a quattro le città da bollino rosso. Le alte temperature, con valori massimi superiori alle medie del periodo, accompagnate da un elevato contenuto di umidità nell`aria, continuano a stendere la cappa dell'afa in alcune città italiane. Oggi il Sistema Nazionale di Sorveglianza, attivato dal Dipartimento della Protezione Civile, per la previsione e prevenzione degli effetti delle ondate di calore, segna con bollino rosso, allerta tre, Bolzano, Genova, Torino, con temperature massime percepite rispettivamente di 34, 36 e ancora 36 gradi. Livello di allerta 2, bollino arancione, per Roma e Bologna dove comunque la temperatura massima percepita è di 36 gradi nella capitale. Caldo record, sebbene senza allarme ondate di calore, almeno per ora, anche a Firenze, Messina, Latina, Civitavecchia con temperature massime percepita di 35 gradi. Ma in tutte le città monitorate dal sistema di allerta del dipartimento si registrano temperature oltre i 30, unica isola felice Campobasso con 25 gradi. E l'inizio della settimana non promette una tregua: lunedì l'allerta tre è prevista a Bolzano, Bologna, Genova e Torino, allerta due a Perugia e Roma. Durante i giorni in cui è previsto un rischio elevato, livello 2 o 3, e per le successive 24 o 36 ore, si consiglia - ricorda la Protezione civile sul suo sito - di non uscire nelle ore più calde, dalle 12 alle 18, soprattutto anziani, bambini molto piccoli, persone non autosufficienti o convalescenti. In casa, per proteggersi dal calore del sole tende o persiane e mantenere il climatizzatore a 25-27 gradi. Se si usa un ventilatore non indirizzarlo invece direttamente sul proprio corpo. È inoltre importante bere e mangiare molta frutta, in ogni caso pasti leggeri ed evitare bevande alcoliche e caffeina. Infine, gli esperti consigliano di indossare abiti e cappelli leggeri e di colore chiaro all`aperto evitando le fibre sintetiche. Se si ha una persona in casa malata fare attenzione che non sia troppo coperta.

Gtu

© riproduzione riservata