Martedì 14 Settembre 2010

Marea nera/ Riprendono trivellazioni per ultimare pozzo soccorso

Roma, 14 set. (Apcom) - BP ha ripreso le trivellazioni per completare il pozzo di soccorso che dovrebbe consentire di bloccare in modo permanente il pozzo danneggiato all'origine della marea nera nel Golfo del Messico. I lavori di perforazione erano stati interrotti circa un mese fa per l'arrivo di una tempesta tropicale. Thad Allen, l'ex ammiraglio responsabile del governo americano per la lotta alla catastrofe naturale, ha dato ieri la sua autorizzazione alla ripresa dei lavori, dopo l'installazione di un dispositivo per impedire eventuali problemi di pressione quando avverrà l'operazione di chiusura finale del pozzo, denominata "bottom kill". Allen - scrive il sito online della Cnn - ha precisato che saranno necessari quattro giorni per bucare i restanti 15 metri verticali e 1,2 metri orizzontali per collegare il pozzo di soccorso a quello danneggiato, a circa 5,5 chilometri di profondità. L`esplosione, il 20 aprile scorso, della piattaforma Deepwater Horizon del gigante petrolifero britannico British Petroleum, ha causato lo sversamento in mare di circa 5 milioni di barili di petrolio, la più grave catastrofe ambientale mai avvenuta nella storia americana.

Fcs

© riproduzione riservata