Venerdì 05 Novembre 2010

Sicurezza/ Berlusconi: Cdm ripropone il reato di prostituzione

Roma, 5 nov. (Apcom) - Il Consiglio dei ministri rilancia il reato di prostituzione: lo ha annunciato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nel corso della conferenza stampa a palazzo Chigi al termine della seduta del governo. "Avendo constatato - ha spiegato il premier - che il reato di prostituzione che avevamo preparato mesi fa non è andato avanti (il riferimento è al ddl Carfagna fermo in Parlamento, ndr), abbiamo deciso di riprendere quella norma, riapprovarla una seconda volta e inserirla in questo provvedimento sulla sicurezza". Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, ha spiegato che per quanto riguarda la lotta alla prostituzione il nuovo pacchetto prevede anche "la possibilità di applicare le misure di prevenzione, come ad esempio il foglio di via per chi, violando le ordinanze dei sindaci, esercita la prostituzione in strada".

Bar/Fva

© riproduzione riservata