Mercoledì 01 Dicembre 2010

Wikileaks/ Quella volta che Sarko rincorse il coniglio in ufficio

Roma, 1 dic. (Apcom) - Nei documenti sensibili divulgati in queste ore da Wikileaks non mancano gli episodi umoristici, veri e propri siparietti, come quello narrato dall'ex ambasciatore Usa a Parigi Craig Stapleton sulla caccia al coniglio di Sarkozy. Stando a uno dei cablogrammi del Dipartimento di Stato americano, citato dalla Bbc, nel 2006 l'allora ministro dell'Interno francese aveva invitato Stapleton nel suo ufficio parigino di Place Beauvau, per un briefing in vista di un incontro con il presidente George W. Bush. Al termine del colloquio, Sarkozy presentò all'ambasciatore il figlio di nove anni Louis che aveva "un cagnolino ai suoi piedi e un enorme coniglio fra le braccia". Quando Louis appoggiò a terra il roditore per stringere la mano a Stapleton, il cane cominciò a rincorrerlo e Sarkozy a ruota dietro agli animali "per riacciuffare il coniglio" e risparmiargli un triste epilogo. Nel suo rapporto al Dipartimento di Stato, Stapleton non può fare a meno di sottolineare "l'indimenticabile visione di Sarkozy che, buttata all'aria l'etichetta, inseguiva il cane per tutta l'anticamera del suo ufficio mentre il cane stava addosso al coniglio, e il piccolo Louis che riempiva la stanza di risate contagiose".

Spr

© riproduzione riservata