Mercoledì 29 Dicembre 2010

Rifiuti/ Sul caso Napoli oggi si discute a palazzo Chigi

Napoli, 29 dic. (Apcom) - Oggi pomeriggio è convocato a Palazzo Chigi un tavolo tecnico sul caso rifiuti in Campania presieduto dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta. Alla riunione prenderanno parte il governatore della Regione Camopania, Stefano Caldoro, rappresentanti dei comuni e delle province campane interessate alla crisi rifiuti, dell'assessorato regionale all'ambiente, nonché dei ministeri di Economia e Ambiente. Al vertice prenderà parte anche il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli. All'ordine del giorno ci potrebbero essere nuove soluzioni per affrontare la crisi degli ultimi mesi che sta avendo ripercussioni soprattutto a Napoli e nella sua provincia. Sui marciapiedi di Napoli giacciono ancora 1.430 tonnellate di rifiuti. Ieri sono state smaltite circa mille tonnellate, divise tra la discarica di Chiaiano e gli Stir di Caivano e di Santa Maria Capua Vetere, nel Casertano, senza incidenti, grazie a un provvedimento che ha durata di due giorni. "Non so ancora se a Roma sarò io oppure il sindaco Iervolino - ha spiegato Paolo Giacomelli, assessore all'Igiene urbana del Comune di Napoli - ma anche in quella sede ribadiremo quello che diciamo ogni giorno ossia che il sistema è fragile: basta un intoppo e tutto va in tilt. Se avessimo a disposizione dove conferire quotidianamente la città sarebbe sempre sgombra". Intanto il rischio più immediato è legato al Capodanno e ai roghi dolosi o accidentali dei cumuli di rifiuti nella notte di San Silvestro a causa dei 'botti', uniti all'usanza di gettare le cose vecchie. Misure di prevenzione sono state discusse nel corso di un vertice: il prefetto farà una mappatura dei maggiori cumuli presenti nel capoluogo campano che saranno innaffiati dai vigili del fuoco nell'ultimo giorno dell'anno. All'azienda che raccoglie i rifiuti si chiederà di evitare la presenza di immondizia ammassata nelle strade del centro storico e, infine, un'ordinanza del sindaco inviterà i negozianti a non depositare in strada materiale ingombrante e cartoni.

psc-aqu

© riproduzione riservata