Domenica 24 Luglio 2011

Nozze gay/ Centinaia di coppie in fila a Manhattan per dire "sì"

Roma, 24 lug. (TMNews) - Il giorno tanto atteso è arrivato. E così questa mattina, con i tenui colori dell'alba di Manhattan, un centinaio di coppie già attendeva in fila il proprio momento per dire, finalmente, "sì". Oggi infatti lo Stato di New York è diventato il sesto Stato americano, il più grande, ad autorizzare i matrimoni omosessuali. Il primo matrimonio è stato celebrato, a mezzanotte, alle cascate del Niagara che si sono tinte dei colori dell'arcobaleno per fare da scenario all'unione tra Kitty Lambert e la sua compagna Cheryle Rudd, nonne di 12 nipoti. La prima coppia a sposarsi a Manhattan è stata quella di Phyllis Siegel, 76 anni, e Connie Kopelov, 84 anni, conviventi da 23 anni. Kopelov è arrivata in sedia a rotelle, ma si è alzata in piedi per dire il suo "sì" - mostra in un video il Washington Post. "Sono senza fiato", ha confessato Siegel al termine della rapida cerimonia. La legalizzazione dei matrimoni omosessuali a New York è considerata come una vittoria simbolica del movimento per i diritti degli omosessuali in America. Connecticut, Iowa, Massachusetts, New Hampshire e Vermont, assieme a Washington D.C., hanno già introdotto le nozze gay.

Fcs

© riproduzione riservata