Domenica 09 Ottobre 2011

Morti bianche/ Sacconi: Su sicuezza serve riforma costituzionale

Roma, 9 ott. (TMNews) - La sicurezza sul lavoro deve essere oggetto di una riforma costituzionale che riporti tutte le competenze allo Stato centrale per avere omegeneità di regole. Questa l'indicazione arrivata dal ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, in occasione della 61esima giornata per le vittime degli incidenti stradali. Serve - ha detto Sacconi - "una riforma costituzionale. Mi auguro che sia il Parlamento, e con voto unanime, a riportare tutte le competenze in materia di salute e sicurezza sul lavoro allo Stato. Sono un federalista convinto ma abbiamo bisogno di regole omogenee sul territorio". Per il ministro si deve poi "rivalutare ulteriormente i criteri per il danno biologico". Presto poi sarà operativo il decreto sui "lavori confinati" per tutelare maggiormente i lavoratori che operano in ambienti chiusi.

Rbr

© riproduzione riservata