Lunedì 28 Novembre 2011

Cinema/ Morto Ken Russell, genio provocatore de "I diavoli"

Roma, 28 nov. (TMNews) - E' morto ieri in ospedale a 84 anni il regista britannico Ken Russell, genio provocatore e visionario che creò scandalo nel 1971 alla mostra del cinema di Venezia con il film "I diavoli" (The Devils), tratto dal romanzo di Aldous Huxley "I diavoli di Loudun", che con le sue scene di sesso tra suore fu definito blasfemo dalla critica di allora e sequestrato dalle sale cinematografiche italiane l'anno successivo. Il cineasta e sceneggiatore britannico, nato a Southampton il 3 luglio 1927, ottenne il successo internazionale con "Donne in amore" (Women in Love, 1969), tratto dall'omonimo romanzo di David H. Lawrence, per il quale ottenne due nomination agli Oscar nel 1970 (e fece nuovamente scalpore per la scena di lotta tra uomini nudi). Russell girò nel 1989 il 'prequel' "The Rainbow" (in Italia trasmesso con il titolo "La vita è un arcobaleno"), che racconta le vicende antecedenti a "Women in Love" sulle avventure di Ursula Brangwen e la sua scoperta della sessualità. Il successo planetario arrivò nel 1975 con "Tommy", basato sull'album degli Who (1969), una delle prime commedie rock nella storia della musica, a cui parteciparono grandi attori e cantanti, tra cui gli stessi Who, Jack Nicholson, Elton John, Tina Turner, Eric Clapton e Robert Powell. Russell firmò diversi film sulla musica, tra cui "L'altra faccia dell'amore" (Music Lovers, 1970), "Messia selvaggio" (Savage Messiah, 1972), "La perdizione" (Mahler, 1974), "Lisztomania" (1975) e anche "Valentino" (1977), dedicato al celebre attore del muto Rodolfo Valentino.

Cuc

© riproduzione riservata