Biotestamento, Finocchiaro: Sul testo del Pdl non si può mediare

Biotestamento, Finocchiaro: Sul testo del Pdl non si può mediare A 'Repubblica': "Capisco Rutelli, ma maggioranza ha già detto no"

Biotestamento, Finocchiaro: Sul testo del Pdl non si può mediare
Roma, 25 feb. (Apcom) - "Non ci sono ipotesi di mediazione apartire dal testo Calabrò" sul testamento biologico. Tanto piùche la maggioranza ha già "rimandato la mediazione al mittente".Lo dice in una intervista a 'Repubblica' Anna Finocchiaro,capogruppo dei senatori del Pd, che respinge l'immagine di ungruppo parlamentare lacerato sull'argomento: "Io sapevo già qualefosse la posizione prevalente sul testamento biologico e qualifossero le posizioni diverse. Niente di nuovo". E dunque "sonod'accordo con Rutelli", che è "stufo di illazioni continue"perchè anche quando dialoga con l'Udc "semplicemente fa politica".Quello che Finocchiaro assicura è che "fino a quando sarò io ilcapogruppo, comunque, garantirò pari dignità e libertà diposizione a tutti. I partiti stalinisti hanno una voce sola. Iostavo nel Pci e anche lì era previsto il dissenso". Masoprattutto, si chiede la presidente dei senatori Pd, "è unpartito allo sfascio quello in cui sono stati firmati da tutti,laici e cattolici, 35 emendamenti su 36 e quello non firmato datutti vede solo due posizioni diverse? Cosa devo fare, mi devocrocifiggere per convincervi che il Pd non è affatto allosbando?". Finocchiaro invoca "più serietà e obiettività nellarappresentazione del dibattito, anche da parte dei media". Sultesto Calabrò, ribadisce, "nel Pd abbiamo una opinione unanime ecioè che non va bene, perchè stabilisce il primato dello Stato sudecisioni che riguardano la persona". Quindi gli elettoridemocratici "possono stare tranquillissimi. Io sono tranquilla, epiù lo sono più mi secca la lettura strumentale nei confronti diRutelli".

© RIPRODUZIONE RISERVATA