Giovedì 26 Febbraio 2009

Biotestamento; Franceschini vede Veronesi: Nessuna spaccatura Pd

Roma, 26 feb. (Apcom) - Dario Franceschini ha incontrato questa mattina l'oncologo e senatore democratico Umberto Veronesi e, al termine dell'incontro, ha assicurato che non c'è nessuna spaccatura e nessuno scontro sul testamento biologico nel Pd. Veronesi aveva firmato ieri insieme a Andrea Camilleri, Paolo Flores D'Arcais e Stefano Rodotà una lettera aperta al segretario del Pd in cui criticava gli emendamenti presentati al testo della maggioranza, ma Franceschini assicura che tutto è stato chiarito: "Sono venuto a trovare il professor Veronesi per rispetto delle sue qualità straordinarie di medico e scienziato ma anche in quanto parlamentare del Pd perchè era necessario un chiarimento dopo quanto scritto oggi dai giornali su spaccature e scontri che non esistono". Il leader del Pd ha spiegato: Veronesi "mi ha detto in modo franco e diretto che era stupito dalla lettura della sua lettera che lo descriveva contrario alla libertà di coscienza dei parlamentari, anzi ha detto che su questi temi non si può indicare la disciplina di partito o un vincolo perchè si tratta di temi nuovi che interrogano le coscienze: è esattamente la linea scelta dal Pd - ha sottolineato Franceschini -, quella di costruire una posizione prevalente sugli emendamenti che sono stati sottoscritti da 8 senatori su 10 della commissione sanità e rispettare il fatto che ci siano posizioni diverse che hanno diritto di cittadinanza. Che questa sia la linea giusta lo si vede anche da quanto sta accadendo nel centrodestra che si è spaccato".

Gal

© riproduzione riservata