Domenica 01 Marzo 2009

Crisi; Bit: Recessione colpisce duramente impiego in Africa

Addis Abeba, 1 mar. (Apcom) - La crisi globale ha duramente colpito l'occupazione nei Paesi africani: è quanto risulta da un rapporto pubblicato dall'Ufficio Internazionale per il Lavoro (Bit), secondo il quale il numero di posti di lavori persi nel mondo potrebbe raggiungere i 30 milioni e - se la crisi dovesse ulteriormente aggravarsi - i 50 milioni. Per quel che riguarda l'Africa anche se non vi sono delle cifre globali esistono già delle "indicazioni molto precise sull'impatto della crisi" nel continente, come ha spiegato il direttore del Bit per l'Africa, Charles Dan: "Le miniere del Katanga nella Repubblica Democratica del Congo) hanno già visto perdere 350mila posti di lavoro, il settore automobilistico sudafricano 36.500 e le miniere di rame dello Zambia oltre 3mila". Il Bit ha proposto un piano di misure di emergenza che i Paesi africani dovrebbero discutere a margine del vertice del G20 di Londra, dove un approccio globale alla gestione della crisi occupa il primo posto nell'agenda dei lavori. Secondo il rapporto del Bit il tasso di crescita economica africano è passato dal 6,2% del 2007 a un 3,35% stimato per l'anno in corso: il calo dei prezzi delle materie prime, la diminuzione delle rimesse degli emigrati e il declino del settore turistico sono le cause principali. (fonte Afp)

Mgi

© riproduzione riservata