Martedì 24 Marzo 2009

Crisi; Ue: proroghe a Francia e Gb per ordinare conti pubblici

Bruxelles, 24 mar. (Apcom) - Deadline allontanate per riportare in ordine i bilanci pubblici di Francia, Gran Bretagna, Spagna, Grecia e Irlanda. Lo ha deciso oggi la Commissione europea, dopo aver valutato i programmi di stabilità e convergenza, proponendo nuove scadenze per la correzione del deficit di bilancio di Grecia (al 2010), Spagna (al 2012), Francia (al 2012) e Irlanda (2013) che sono state superiori al 3% già nel 2008. La Commissione propone inoltre un nuovo termine per la correzione del disavanzo eccessivo nel Regno Unito all'anno finanziario 2013-2014. Le scadenze proposte, spiega una nota della Commissione, tengono conto delle rispettive politiche fiscali e macro-economiche dei paesi interessati. Una volta che le raccomandazioni saranno state adottate dal Consiglio, i cinque paesi avranno sei mesi di tempo per specificare quali misure intendono adottare per ridurre progressivamente il disavanzo. La Commissione ha inoltre esaminato il programma di stabilità aggiornato di Cipro e ha ritenuto che la politica di bilancio nel 2009 sarà piuttosto espansiva andamento che dovrebbe essere invertito nei prossimi anni a causa dei grandi squilibri esterni. Lor

MAZ

© riproduzione riservata