Mercoledì 03 Giugno 2009

Borsa; Milano chiude in rosso, spaventano dati Usa e Bernanke

Milano, 3 giu. (Apcom) - Piazza Affari chiude la seduta in deciso ribasso, in linea con l'andamento delle altre Borse europee che chiudono così una serie positiva per i listini. Gli indici del Vecchio Continente sono peggiorati nel pomeriggio con l'apertura negativa di Wall Street, la diffusione di dati macro Usa deludenti e le parole del presidente della Fed Bernanke, secondo cui la disoccupazione resterà su livelli elevati per diverso tempo. Il Ftse It All ha perso l'1,89%, il Ftse Mib l'1,98%. Ad aprile negli Stati Uniti la crescita degli ordinativi dell'industria è risultato inferiore alle attese, così come l'indice Ism dell'attività non manifatturiera a maggio, cresciuto meno delle previsioni. A maggio, infine, la perdita di posti lavoro nel settore privato è stata superiore alle stime. Tra le blue chip, maglia nera a Pirelli (-5,2%), su prese di beneficio dopo la recente corsa. Segue StM (-4,5%). Vendite diffuse sulle banche: Banco Popolare -4%, Ubi -3,4%, Intesa Sanpaolo -2,6%. Tra i pochi titoli positivi, in evidenza Buzzi Unicem (+1,3%) e Mondadori (+1%). Piatta A2A (-0,07%) nel giorno in cui l'assemblea degli azionisti ha votato a favore della revoca dei sei consiglieri di sorveglianza espressione bresciana, incluso il presidente Renzo Capra. Tra i titoli minori, realizzi su As Roma (-6,7%) dopo il balzo della vigilia e in attesa di novità sulla proprietà.

Rar

© riproduzione riservata