Lunedì 06 Luglio 2009

Calcio;Milan, Galliani: Unico fuoriclasse rossonero è Berlusconi

Roma, 6 lug. (Apcom) - Riparte la stagione del Milan, un Milan che ha vinto 26 trofei nelle ultime 23 stagioni. E' proprio dai successi che parte Adriano Galliani nella conferenza stampa di presentazione del neotecnico Leonardo, perchè è da lì che parte anche l'allenatore brasiliano: "Siamo l'unica squadra ad aver vinto in Europa e nel mondo nel nuovo millennio e partiamo in questa stagione con un nuovo capitano e un nuovo allenatore. Il Milan in questi anni di successi ha saputo rinnovarsi diverse volte, ha saputo sopravvivere a tutto e a tutti e ha avuto diversi cicli". "Dopo Arrigo Sacchi - ha continuato l'amministratore delegato rossonero in conferenza stampa - sembrava che tutto fosse finito ed invece è iniziata l'era di Fabio Capello. Stessa cosa quando è partita anche lui, ma poi è arrivato lo scudetto di Alberto Zaccheroni e poi il ciclo di Carlo Ancelotti". Ora ripartiamo con Leonardo e queste scelte sono nel dna del Milan. Capello e Sacchi non avevano mai allenato a grandi livelli, entrambi con un esperienza simile a quella che ha Leonardo, che ricordo è stato un grande calciatore". Galliani, ribadendo che "questo Milan farà benissimo, come quello che si è appena congedato", ha voluto poi "ringraziare tre persone che hanno reso il Milan la squadra più titolata del mondo: Paolo Maldini, Carlo Ancelotti e Kaka". Proprio l'addio al calcio di Maldini ha lasciato vacante il posto di capitano che verrà occupato da Massimo Ambrosini a cui Galliani fa un grande in bocca al lupo: "Ambrosini sostituirà meritamente Paolo, sarà dura, ma ce la farà". Nonostante la cessione di Kakà al Real Madrid, "il Milan non smobilita, abbiamo perso Maldini per motivi anagrafici, sostituito da Thiago Silva. E' partito solo Kakà, ma l'organico è competivo". Sulla contestazione dei tifosi già al primo giorno di raduno: "E' giusto contestare, ma ripeto che non stiamo smobilitando. Abbiamo dato solo una sterzata, ma ricordo che abbiamo 4 giovani fortissimi come Pato, classe 89, Paloschi del 90, Zigoni del 91 e Beretta del 92. Sul calo degli abbonamenti vorrei precisare che c'è stato solo un lieve calo visto che si sono abbonati già 6724, contro i 8493 dello scorso anno. Vuol dire che l'80% dei tifosi è con le nostre scelte". Il Milan sta cercando una punta per sostituire Kakà: "Se ci sarà la possibilità prenderemo una punta, ma è meglio aspettare un po' visto che quello che le altre squadre chiedono ora, a mio parere calerà ad agosto". Anche in uscita pur affermando che "da Milanello non partirà più nessuno", ha poi aggiunto che "se dovesse arrivare un'offerta il giocatore verrà informato e si deciderà insieme. Se si parla del caso specifico di Andrea Pirlo non è mai stato in vendita e non ci sono mai state offerte per lui e quindi al momento non esiste il problema. Se poi dovesse arrivare un'offerta la valuteremo". In chiusura Galliani ha comunque voluto tranquillizzare l'ambiente: "Il Milan ha un solo fuoriclasse e finchè ci sarà lui il Milan sarà sempre il Milan ed è Silvio Berlusconi".

CAW

© riproduzione riservata