Martedì 11 Agosto 2009

F1/ Montezemolo: Schumi? Dispiaciuto ma con salute non si scherza

Roma, 11 ago. (Apcom) - "Con la salute non si scherza". Il presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, è "dispiaciutissimo" ma accetta la decisione di Michael Schumacher di rinunciare al ritorno in Formula 1 a tre anni dal ritiro. "L'ho saputo lunedì sera", ha detto Montezemolo in un'intervista al quotidiano La Stampa anticipata dal sito di Maranello, "nei giorni scorsi Michael mi aveva anticipato che sarebbe andato in Germania per un ultimo scanner al collo. Sembrava una formalità. Gli hanno trovato qualcosa che ancora non funziona. E allora, meglio non insistere. Ci mancherebbe. A febbraio aveva avuto quel popo' di incidente in moto e anche al Mugello, nei primi giri di 'ricognizione', sentiva qualche fastidio. Con la salute non si scherza". Montezemolo si è detto "dispiaciutissimo": "Per l'entusiasmo con il quale Schumacher aveva accettato l'invito e la sfida, per l'epilogo della vicenda, tanto improvviso quanto assoluto. Ripeto: troppi rischi". Come l'ha presa, Schumi? "Alla mia 'eresia' aveva risposto con l'entusiasmo del ragazzo, non del campione pensionato. Aveva perso quattro chili, stesso peso dell'ottobre del 2006 quando corse per l'ultima volta, in Brasile. Può immaginare il seguito". Nel corso dell'intervista in edicola domani è stato domandato a Montezemolo perché non guardare subito al futuro, perché specchiarsi nel passato. "Ripeto, stiamo parlando di Michael Schumacher. Avrà pure 40 anni ma resta di un altro pianeta. Preferisco il campione, anche se stagionato, al mediocre, per quanto giovane. Il circo aveva bisogno di una sferzata - ha detto il presidente della Ferrari - continueremo a batterci affinché dalla prossima stagione ogni scuderia possa schierare tre auto (e una l'avrei affidata volentieri a Michael). Preferisco tre McLaren e tre Renault a tre vattelapesca. Con il ritiro della BMW, c'è poco da dire e molto da fare". E adesso "fiducia a Luca Badoer, uno dei nostri. Il destino gli offre un'occasione unica. Tocca a lui sfruttarla. Noi gli staremo vicino con tutte le nostre forze". Schumacher? "A conferma del suo attaccamento alla Ferrari, farà da chioccia a Luca. Il quale, fra parentesi, si sta già allenando con il suo preparatore atletico".

Caw

© riproduzione riservata