Martedì 18 Agosto 2009

Negli Usa hacker rubano 130 milioni di numeri di carte di credito

New York, 17 ago. (Apcom) - Un uomo di Miami e due hacker di cui ancora non si conosce il nome sono stati accusati dal dipartimento di Giustizia di aver rubato più di 130 milioni di numeri di carte di credito. Si tratta del più colossale furto di dati personali mai scoperto dalle autorità statunitensi. Nel mirino dei magistrati sono finiti Albert Gonzalez, 28 anni, e due hacker che "vivono in Russia o vicino alla Russia". Secondo la corte federale di Newark, in New Jersey, i tre avrebbero sottratto i dati delle carte di credito da Heartland Paymenet Systems, una delle più grandi società di transazioni finanziarie e dalle catena di supermercati 7Eleven e Hannaford Brothers. A partire dal dicembre 2007, gli hacker hanno rubato da Heartland 130 milioni di numeri di carte di credito. Da 7Eleven è stato prelevato un numero ancora sconosciuto di dati, mentre da Hannaford ne sono stati sottratti 4,2 milioni. "Questa indagine dimostra le capacità delle forze di sicurezza nello sgominare reti di hacker strutturate a livello globale", ha detto Ralph Marra, uno dei magistrati che ha seguito l'inchiesta.

Red

© riproduzione riservata