Martedì 20 Ottobre 2009

Cicciolina chiede a Sky risarcimento 30 milioni per fiction Moana

Roma, 20 ott. (Apcom) - Per la fiction 'Moana' Ilona Staller, in arte Cicciolina, ha intenzione di chiedere a Sky trenta milioni di risarcimento per danni. Lo annuncia in una intervista esclusiva a 'Diva e donna', domani in edicola, l'avvocato Luca Di Carlo, rappresentante legale di Ilona Staller e a lei legato sentimentalmente, che rivendica per la sua cliente i danni per l¹utilizzo del personaggio di Cicciolina nella fiction Moana che dovrebbe andare in onda ai primi di dicembre. "Abbiamo intrapreso un procedimento legale presso il tribunale di Roma. Facciamo causa - dice - perché c'è stato un utilizzo illegittimo del personaggio di Cicciolina, del nome e dell'immagine di Ilona Staller in relazione alla miniserie 'Moana'. Tutto questo in assenza di autorizzazione e liberatorie da parte della Staller che ha il diritto esclusivo sul personaggio da lei inventato e registrato presso l¹Ufficio Italiano Brevetti". I danni quantificati dal legale sarebbero anche identificabili nella violazione dei diritti di copyright dei libri autobiografici 'Memorie' e 'Per amore e per forza' di Ilona con conseguenze sul film che la Staller sta realizzando sulla sua vita. "Ilona non è mai stata contattata per rendere veri i fatti che riguardano la sua vita nella miniserie", aggiunge il legale che ventila la richiesta di sospensione della trasmissione e la cancellazione delle parti che contengono il personaggio Cicciolina. Inoltre l'avvocato svela che la Staller è stata contattata per entrare nella casa del Grande Fratello inglese, mentre lui sarebbe in trattative per interpretare il personaggio di Al Pacino da giovane nel remake del film 'L'avvocato del diavolo'.

Red/Apa

© riproduzione riservata