Giovedì 22 Ottobre 2009

F1 a Roma/ Alemanno: Gran Premio è un obiettivo per il 2015

Roma, 22 ott. (Apcom) - "Vorremmo mettere in cantiere l`operazione per il 2012, preferibilmente scegliendo per l`evento i mesi estivi. Comunque sia vorremmo rendere realtà il Gran Premio della Capitale 'Roma Formula Futuro', prima del via dell`Expo 2015 di Milano". Lo scrive Gianni Alemanno nella sua rubrica mensile pubblicata sul magazine free press Pocket Diretto da Daniele Quinzi. "Sarà un circuito votato allo spettacolo con tre o quattro 'punti veri' di sorpasso, con almeno due rettilinei e una velocità media di percorrenza di 177 km/h per una lunghezza complessiva superiore ai 4 km, con un tempo di percorrenza non inferiore a 1`33". Non tralascio che si tratta di una grande operazione di rilancio turistico e finanziario: l`impatto dell`inserimento di Roma nel circuito della Formula Uno sull`economia locale sarà, infatti, di notevole rilevanza, come autorevoli studi e ricerche eseguiti da qualificati istituti pubblici e privati hanno certificato". Secondo Alemanno ci potrebbe essere un aumento dei posti di lavoro di almeno 10.000 unità. Le ricadute complessive del progetto si stimano intorno a oltre un miliardo di euro all`anno con centossessanta milioni di euro di investimenti privati per la prima edizione e 324mila turisti per un totale di oltre un milione e 300mila presenze. Diciotto i Paesi che potrebbero essere coinvolti nell'offerta turistica per 33 mesi di promozione nel Web. Alemanno aggiunge: "L`Expo 2015 di Milano, che per noi rappresenta un benchmark e per il quale, con il Comune di Milano, abbiamo siglato un protocollo per valorizzare l`evento espositivo attraverso l`organizzazione di attività culturali, artistiche e scientifiche che da Roma potranno essere integrati nel circuito di eventi di approfondimento dei temi prescelti per Expo. Il protocollo - prosegue - prevede inoltre una collaborazione per lo sviluppo delle strutture ricettive e dell`offerta turistica di Roma, del sistema universitario della capitale e un implementazione delle infrastrutture di trasporto e di supporto logistico, tenuto conto degli sviluppi previsti nell`ambito dell`Alta Velocità ferroviaria e dell`interconnessione del sistema aeroportuale. Infrastrutture e opere - conclude Alemanno - che servirebbero prima il Gran Premio e che sarebbero quindi poi a disposizione degli eventi collegati all`Expo. Sarebbe la realizzazione del sogno di Enzo Ferrari concepito a metà degli anni 80 che si integra con il progetto della Città dello Sport alle Tre Fontane per le attività paraolimpiche, per cui l`apposito Comitato ha studiato una variante per integrare i propri lavori con quelli che dovranno essere effettuati per la Formula 1 nel quartiere Eur".

Red/Apa

© riproduzione riservata