Lunedì 26 Ottobre 2009

Pd/ Bersani: Dialogo parola malata, faremo nostre proposte

Roma, 26 ott. (Apcom) - Più che 'dialogo' è meglio 'confronto' quando si parla di come il neoeletto segretario del Pd, Pierluigi Bersani, intende sviluppare il suo rapporto con la maggioranza di governo sul tema delle riforme. "Dialogo è una parola malata, quella giusta è confronto, in Parlamento, dove ci possono essere le proposte di riforme della maggioranza ma anche le nostre io lo concepisco così il confronto", ha detto Bersani. Nel Pd, comunque, non c'è il rischio di scissioni."Assolutamente no", ha infatti risposto il neo segretario a chi gli paventava questa possibilità. "Noi siamo normali - ha spiegato a proposito del confronto congressuale tra i candidati - in tutti i paesi del mondo i partiti si confrontano al loro interno e il giorno dopo vanno avanti con solidarietà e unità". Quindi Bersani ha ribadito qual è l'idea di partito che ha in mente di fare: "Un partito popolare e di alternativa; che guarda gli interessi dei ceti popolari e che fa un'opposizione che offre un'altra scelta". Il neo segretario, sempre commentando la giornata delle primarie che ieri gli ha consegnato la leadership del partito, ha aggiunto: "Ho sempre detto che nel movimento dell'Ulivo c'era il sapore di una grande riscossa civica, non era solo un'operazione politica. Questo è un punto che intendo riprendere perché abbiamo bisogno di metter dentro la forza che abbiamo fatto vedere ieri, una spinta che viene dall'idea che questo Paese può vivere intorno alle regole, ai meriti, ai diritti, ai doveri, alla sobrietà della politica. L'Ulivo mi pare rappresentasse questo - ha concluso - quindi è un tema da riprendere".

Gal

© riproduzione riservata