Sabato 31 Ottobre 2009

Scuola/ Gelmini a Bonanni: slogan vecchi, dovete modernizzarvi

Roma, 31 ott. (Apcom) - "Chiedo alla Cisl, e in generale ai sindacati più moderati, un grande sforzo di modernizzazione per il bene della scuola e del paese". Così in una nota il ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini che commenta la manifestazione organizzata per oggi dalla Cisl a Roma."Questa mattina il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni, persona che stimo - dice Gelmini - ha affermato che in Italia ci sono pochi professori, pochi bidelli e risorse limitate. Al segretario generale ricordo che l'Italia e in assoluta linea con la media europea. Ha più di 700mila insegnanti, addirittura 150mila bidelli e spende ogni anno 43miliardi di euro per la scuola. Anche questo dato in linea con la media europea". "La scuola vista solo come un ammortizzatore sociale, un luogo in cui l'unico obiettivo per i sindacati è la quantità e non la qualità, non può guardare al futuro - prosegue Gelmini - e vincere le sfide con gli altri paesi europei". "Una scuola che spende il 97% del bilancio in stipendi rinuncia alla qualità, al merito, alla formazione e al miglioramento dell'edilizia scolastica. Per noi - aggiunge Gelmini - invece i temi centrali sono il reclutamento, la valutazione, la carriera degli insegnanti, la qualità dell'istruzione offerta ai ragazzi e, con il 30% dei risparmi in finanziaria, pagare di più i professori più bravi. Su questi temi siamo disponibili ad un confronto anche la settimana prossima e più in generale il governo è anche sensibile al tema del rinnovo contrattuale. Chiediamo però a questo sindacato - conclude il ministro - di avere più coraggio per affrontare la sfida dell'innovazione. La scuola deve essere il vero motore del Paese".

Red/Apa

© riproduzione riservata