Lunedì 11 Maggio 2009

Afgano minacciava di lanciarsi dall' Altare della Patria: salvato

Roma, 11 mag. (Apcom) - E' rientrato sulla terrazza principale dell'Altare della Patria, l'afgano che minacciava di lanciarsi giù dal monumento. Il giovane è rimasto per circa un'ora a torso nudo e in pantaloncini corti sul cornicione, minacciando di uccidersi se non gli verrà riconosciuto l'asilo politico. Sul posto carabinieri e vigili del fuoco, che hanno predisposto un gonfiabile per l'eventuale caduta. Per convincere il giovane è intervenuto anche il presidente dell'associazione Italia-Afghanistan, Esmaeli Qorbanali. I due hanno parlato qualche minuto attraverso la barriera protettiva di pietra della terrazza, sembra essere stato proprio questo l'elemento risolutivo. Non sarebbe la prima volta che il giovane afgano minaccia di compiere un gesto estremo. Già due settimane fa avrebbe compiuto un'iniziativa analoga nel centro accoglienza di via Boccea, gestito dall'Arci.

Dpn/Ral

© riproduzione riservata