Sabato 11 Aprile 2009

Anzio, operaio indiano uccide il figlio 21enne rincasato tardi

Roma, 11 apr. (Apcom) - Una furibonda lite perché era rincasato troppo tardi, poi la coltellata. Così un operaio indiano di 49 anni ha ucciso il proprio figlio, di 21, nella notte ad Anzio, in provincia di Roma. Il giovane era rientrato a casa poco dopo l`una, oltre l'orario consentito dalle rigide regole imposte dal padre. Durante la lite il papà, colto da uno scatto d'ira, ha afferrato un coltello da cucina con il quale ha colpito il figlio al petto. Compresa la gravità del suo gesto, l`uomo, insieme alla moglie, ha chiamato il 118. Ma era troppo tardi, i sanitari non hanno potuto salvarlo: il ragazzo, trasportato all`ospedale di Anzio, è morto poco dopo. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri ed è stato condotto nel carcere di Velletri.

Cep

© riproduzione riservata