Martedì 31 Marzo 2009

Immigrati; Strage in mare: 500 dispersi al largo della Libia

Roma, 31 mar. (Apcom) - Nuova strage in mare sulle rotte dell'immigrazione clandestina. Circa 500 persone sono state date per disperse, questa notte, e hanno probabilmente perso la vita, dopo il naufragio di due barconi. Secondo fonti libiche citate dalla Bbc, le vittime accertate sarebbero al momento 21. Altre 20 persone, che erano a bordo di una delle due imbarcazioni che trasportava circa 250 clandestini, sono state tratte in salvo. La nazionalità dei clandestini non è ancora conosciuta. La tragedia ha assunto enormi proporzioni dopo la notizia del naufragio di un secondo barcone che, a quanto si è appreso, trasportava circa 300 passeggeri. La prima imbarcazione sarebbe affondata dopo avere lasciato il porto di Sidi Bilal, vicino alla capitale libica Tripoli. Dal Cairo, un funzionario del ministero degli Affari Esteri egiziano Ahmed Rizk ha spiegato che il barcone è affondato a circa 30 chilometri dalle coste della Libia. Una fonte libica ha spiegato inoltre che anche la seconda imbarcazione sarebbe affondata poco dopo avere lasciato le coste del paese. Secondo lo stesso funzionario, "altre due barconi sono attualmente in mare, ma sulla loro sorte e sul numero di migranti a bordo non si hanno notizie". Coa

MAZ

© riproduzione riservata