L’ex sindaco lascia un’eredità di 2,5 milioni  Fornovo, referendum per deciderne l’uso

L’ex sindaco lascia un’eredità di 2,5 milioni
Fornovo, referendum per deciderne l’uso

Già sul tavolo 5 progetti, entro dicembre i cittadini sceglieranno quali realizzare.

Si terrà entro dicembre il referendum popolare attraverso cui gli abitanti di Fornovo San Giovanni saranno chiamati a decidere su quali progetti investire l’eredità che Carlo Nicoli, sindaco per due mandati, fra gli anni 60 e 70, ha lasciato al paese dopo essere scomparso nel dicembre 2016 a 85 anni.

Lo ha comunicato il sindaco Giancarlo Piana (lista «Insieme per Fornovo») nell’ ultima seduta del Consiglio comunale durante il quale il primo cittadino ha anche chiarito quale sarà di fatto la cifra a disposizione dell’ amministrazione comunale. Si tratta di 2,5 milioni lasciati dall’ex sindaco tra obbligazioni, azioni e soldi in contanti.

Non va sommata a questa cifra la villa padronale dove Nicoli abitava e che l’ ex sindaco ha lasciato al Comune, ma con il vincolo che non possa essere venduta, bensì vada destinata a servizi pubblici a favore dei fornovesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA