Cartolandia, una festa per 2.000 C’eravate anche voi? Ecco tutte le foto

Cartolandia, una festa per 2.000
C’eravate anche voi? Ecco tutte le foto

Grande successo a Lilliput per la 26ª edizione dell’iniziativa de L’Eco di Bergamo rivolta alle scuole.

Erano più di 2.000 i bambini che alla Fiera di Bergamo nell’ambito di Lilliput hanno partecipato alla premiazione di Cartolandia, il concorso de L’Eco di Bergamo che da ventisei anni si rivolge alle scuole d’infanzia e primarie di città e provincia. Un concorso che, come sottolinea Teresa Capezzuto dell’Ufficio scolastico territoriale di Bergamo, «offre un percorso importante di cittadinanza attiva, responsabile e condivisa che può ispirare anche attività interdisciplinari». Settantatré le scuole partecipanti al concorso che ieri hanno ricevuto tutte un premio. Le prime cinque classificate hanno avuto in dono dei buoni acquisto, tutti gli altri istituti un tablet. C’eravate anche voi alla grande festa? Scopritevi nella nostra galleria fotografica.

Queste le categorie premiate: per il miglior laboratorio artistico, per quello scientifico e per quello legato al riciclo; per il miglior elaborato tra le classi che non hanno partecipato ai laboratori e per il lavoro che ha messo al centro la famiglia. Per il laboratorio artistico, incentrato sulla sperimentazione di diverse tecniche di pittura per dare nuovi colori a due opere che fanno parte della collezione del Credito Bergamasco («Gli elaborati – dice Cristina Romeo, di Credito Bergamasco – sono tutti davvero molto belli e meriterebbero di essere esposti accanto agli originali), la prima scuola classificata è stata la primaria di Barzana. «Per colorare – raccontano Martina e Chiara – abbiamo usato le gomme della matita intinte nella tempera, mentre per l’altra opera d’arte abbiamo usato delle stoffe diverse. Con l’aiuto di una mamma abbiamo prima ritagliato il cartamodello, poi i vari pezzi di stoffa e infine li abbiamo incollati sul foglio. Ci siamo divertiti davvero molto ma abbiamo imparato anche tanto: abbiamo scoperto che con le matite si può anche colorare e che la stoffa la possiamo usare non solo per vestirsi. Mentre venivamo alla premiazione abbiamo fatto delle previsioni su chi poteva aver vinto il premio, e qualcuno aveva indovinato».

Per il laboratorio scientifico, in cui i bambini hanno sperimentato i giochi di luce e hanno provato a costruire caleidoscopi e «lava lamp», si è classificata alla prima posizione la scuola primaria di Villa d’Ogna, con un sapientino sul tema pianeti. Il premio per il laboratorio sul riciclo è andato alla scuola primaria di Solto Collina che ha realizzato una tenda fatta con le bottiglie di plastica. «Abbiamo tagliato – raccontano Federico e Sara – le bottiglie, le abbiamo pitturate con colori diversi e le abbiamo legate insieme per formare una tenda da applicare alla struttura di una finestra. Ci siamo divertiti tanto sia a fare il laboratorio che oggi alle premiazioni». La prima scuola classificata nel concorso generale è stata la scuola dell’infanzia Don Rossetti di Grassobbio con una scatola sul tema «Piccolo Principe» mentre il premio speciale voluto da Agesc (Associazione genitori scuole cattoliche) per valorizzare il lavoro che ha messo al centro la famiglia, è andato alla scuola primaria di Martinengo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA