Martedì 01 Dicembre 2009

Gospel, il Ritmo Divino
riecheggia in tutta la provincia

Gospel, spiritual, soul, sono musiche e voci del Gospel Ritmo Divino Xmas 2009 giunto alla dodicesima edizione con un cartellone denso di autentici rappresentanti del genere, che si esibiranno in varie località della provincia, dal 7 dicembre al 5 gennaio. Alcuni sono già stati protagonisti negli anni passati con esibizioni che hanno entusiasmato le varie platee (The Friendly Travelers, Joyful Gospel Singers, Kay Foster Jackson) altri sono autentiche novità, come Focus, The Anointed Voices of Praise, le Heavenly Melodies.

Provengono in maggior parte dalle città piu’ significative del Gospel, negli States: New Orleans e Atlanta, luoghi ricchi di tradizione e vere e proprie fucine di talenti. Ma anche altre zone sono ben rappresentate, con artisti che pur palesando forti inclinazioni per la soul music, sono autentici interpreti del Gospel e dello Spirituals nella forma piu’ arcaica, quella vocale, che piu’ di ogni altra richiama i lamenti originali degli schiavi negri nelle piantagioni di cotone.

La serata inaugurale della rassegna è affidata ai Rainbow Chares, inglesi alla cui direzione c’è una delle menti piu’ lucide della scena folk rock d’Oltre Manica, quell’Ashley Hutchings al quale è stato anche insignito il Premio Ciampi alla carriera. Ed anche il concerto finale vede protagonista una produzione “etnica”, la Piccola Orchestra Apocrifa di Giorgio Cordini, con la magistrale rivisitazione della “Buona Novella” di Fabrizio De André.

Completano il cartellone tre eventi che hanno una ben precisa collocazione geografica d’origine e che propongono originali interpretazioni di repertori sacri e popolari del Natale: le valli occitane e la Provenza: l’ensemble polifonico nizzardo COROU DE BERRA; la BREGADA BERARD del poliedrico Sergio Berardo, figura carismatica del gruppo folk rock Lou Dalfin; la piccola orchestra HENNO DE ROSE, dalla comunita di Coumboscuro.

e.roncalli

© riproduzione riservata