Venerdì 29 Gennaio 2010

Un bergamasco alla Scala
per il Don Giovanni di Mozart

C'è anche un bergamasco, Alex Esposito, che interpreta la parte di Leporello, nel Don Giovanni di Mozart diretto da Louis Langree in scena da sabato 30 gennaio al giorno di san Valentino alla Scala di Milano. Il maestro francese, al suo debutto a Milano, ha cercato di trovare l'equilibrio nell'eseguire l'opera di Mozart, che si muove fra echi barocchi e la tensione verso il romanticismo senza eccedere in una direzione o nell'altra.

Langree per sette anni è stato direttore musicale del Mostly Mozart Festival di New York, ha lavorato con un direttore-filologo come sir John Eliot Gardiner e ha un forte rapporto con la fondazione Mozarteum di Salisburgo. Nella ripresa di questo allestimento essenziale e fuori dal tempo, firmato da Peter Mussbach nel 2006 e allora diretto da Gustavo Dudamel, quello che Langree cerca nel Don Giovanni è la verità, della musica, degli stati d'animo dei protagonisti della storia del nobile spagnolo che non rinuncia mai alla sua libertà, anche e soprattutto quella di sedurre le donne.

L'opera risulta diversa a seconda dei due cast che la interpreteranno: la coppia Erwin Schott (l'uruguayano che ha interpretato Escamillo nella Carmen che ha aperto la stagione) come Don Giovanni e il bergamasco Alex Esposito in quella di Leporello esaltano l'elemento fisico e frenetico (30 gennaio, 2, 7, 10, 14 febbraio), mentre lo svedese Peter Mattei come seduttore e Nicola Ulivieri come servo irridente sono più cerebrali e più attenti alla formalizzazione dei personaggi.

Maggiori dettagli qui

r.clemente

© riproduzione riservata