Venerdì 05 Febbraio 2010

Al via «Orobie film festival»
La montagna è protagonista

Inizia sabato 6 febbraio alle 20 nel prestigioso centro congressi Giovanni XXIII, la IV edizione di Orobie Film Festival. La serata inaugurale si aprirà all'insegna della tradizione con una degustazione di prodotti tipici bergamaschi offerta da Agripromo. La IV edizione di Off si preannuncia ricca di sorprese e di ospiti già dalla prima serata.

Innanzitutto verrà sottolineato l'aspetto benefico e sociale di OFF con la presentazione dell'Associazione KAILASH ONLUS a cura di Isabella Testi, con un riferimento anche all'attuale situazione tibetana e all'iniziativa di sostegno al Monastero di Gaden promossa dal Maestro Ghesce Lobsang Sherab, che porgerà un breve saluto a tutti gli ospiti in sala. Il momento dedicato al Tibet proseguirà poi con una preghiera di pace recitata da tre Monaci Tibetani: Sonam Choda, Tenzin Tashi, Jampa Lobsang e con una danza simbolo della cultura tibetana: “la danza dei leoni delle nevi”.

A seguire si parlerà di un'altra delle importanti novità di quest'anno: il gemellaggio di OFF con il Canton Ticino – Svizzera. Saranno presenti Paola Corazza, in rappresentanza di Ticino Turismo e il Console Svizzero a Bergamo, Daniel Vonrufs. A concludere gli interventi della serata un affettuoso ricordo all'amico Angelo Gamba, testimonial di OFF 2009 a cui nella scorsa edizione venne consegnato il Premio Montagna Italia. OFF, sceglie quindi di rendergli omaggio con un riconoscimento, che verrà consegnato al figlio Claudio, per la passione e la dedizione date alla valorizzazione e conoscenza del mondo delle Orobie.

La serata proseguirà poi con la proiezione di due film in concorso: “Highway in die eiszeit auf eis” di Ernest Ardent e Hans Schweiger, “Diario di un curato di montagna” di Stefano Saverioni.

La giornata di Domenica 7 febbraio invece sarà particolarmente ricca con due sessioni di proiezione, una pomeridiana e una serale. Sono previste, per la domenica pomeriggio dalle 14,30 alle 18,30 presso la Sala Oggioni del Centro Congressi, le seguenti proiezioni: “Ecoland art” di Luigi Rotondo, “La cultura del bitto” di Carlo Cattadori, “Gli ultimi margari” di Tino Dell'Erba, “Con una montagna come casa” di Alberto Sciamplicotti, “Passionément volcans” di Sébastien Nestolat, “La fauna del medio Tagliamento” di Marco Favalli, “Schonheiten des Alpsteins” di Thomas Rickenmann.

La domenica sera alle ore 20,30 si assegnerà il primo dei Premi Montagna Italia 2010 conferito alla trasmissione RAI “Dreams Road” che in ogni puntata trasmette un viaggio-documentario attraverso vari continenti. A seguire la proiezione dei film in concorso: “Uomini e sassi” di Luigi Cammarota “Sur les traces du renard” di Jérome Bouvier “Im bann der brachenberge (le montagne dei draghi)” di Lynne e Philip Richardson “La neve e la veglia” di Marco Tessaro “Valle Albano, antiche vie, nuovi percorsi” di Marco Tessaro.

a.ceresoli

© riproduzione riservata