Venerdì 02 Aprile 2010

Le musiche dei «Nomadi»
per il film del panettiere di Branzi

Un viaggio nelle emozioni delle Orobie con una musica d'eccezione, quelle di Beppe Carletti dei Nomadi. Baldovino Midali, il panettiere regista e fotoamatore di Branzi, dopo la prestigiosa partecipazione al Festival del cinema di montagna di Trento del 2009, apre il nuovo anno con una collaborazione prestigiosa.

Il suo film-documentario «Un attimo, un'emozione» è accompagnato dalla colonna sonora originale scritta da Beppe Carletti, tastierista, leader e fondatore della band dei Nomadi. Una collaborazione nata quasi per caso che, sabato, alle 12.20, sarà raccontata anche dagli schermi di Raitre, grazie al settimanale regionale che verrà trasmesso pure sulle reti Sky.

«Ci siamo conosciuti a Isola di Fondra la scorsa estate – spiega Baldovino, 50 anni, con all'attivo già diversi libri e collaborazioni con riviste specializzate di natura e animali –. Beppe era venuto in valle per le sculture in legno di un mio amico e in quell'occasione ebbe modo di conoscere anche la mia attività di fotografo. Le piacque e fu lui a propormi di poter scrivere le musiche».

Così è nato il film (non ancora in vendita), una sorta di viaggio dell'autore tra le emozioni che le nostre Orobie riservano a chi sa osservarle con attenzione: gli incontri con gli animali, dall'aquila alle marmotte, dai camosci all'ermellino.

a.ceresoli

© riproduzione riservata