Mercoledì 01 Settembre 2010

«NaturaLmente»: arte e verde
protagonisti nella Valle del Lujo

“Seconda stella a destra…poi diritto fino al mattino”. La celeberrima metafora de “L'isola che non c'è” di Edorado Bennato calza a pennello di “NaturaLmente”, l'happening organizzato ad Albino, sino a domenica 5 settembre, da Virgilio Fidanza, artista e fotografo. “Lo scorso anno – spiega Fidanza – l'iniziativa era nata quasi per gioco e ci siamo ritrovati con un evento ricco di spunti e l'inaspettata e appassionata partecipazione di moltissimi visitatori, cui l'iniziativa offre in questi giorni anche importanti eventi collaterali”.

Le indicazioni di Bennato, pur richiamando la logistica spicciola che segnala il luogo (la stradina dopo la farmacia verso Abbazia e Casale d'Albino) sottolineano lo spirito di una scommessa originale per collocazione e struttura. E' una mostra fuori dagli schemi, che esula dalle classiche strutture espositive, ma che “invade e permea” la casa-studio di Fidanza, l'orto e la campagna circostante, sino al limitare dei boschi della Valle del Lujo.

“Non è un caso - sottolinea Fidanza - che sui nostri inviti ci sia l'invito esplicito a portarsi una torcia elettrica: vogliamo che il visitatore sia protagonista assoluto della scoperta e dell'esplorazione del percorso artistico. Il confronto preventivo fra artisti, provenienti da geografie e percorsi disparati, rappresenta una parte essenziale del progetto, una sorgente da cui tutti hanno attinto per predisporre la propria proposta. Il progetto permette di scoprire sculture, fotografie, installazioni, video, performances e opere pittoriche disseminate e ambientate negli spazi e arricchite di elementi di contaminazione e di relazione. In questa direzione si inserisce la trasformazione di uno spazio privato in luogo d'arte, di pensiero e d'incontro. Espressione non in contrapposizione alle istituzioni culturali ma invece ricerca di una libera espressione vissuta in prima persona”.

Ci saranno opere e installazioni di Fabrizio Agustoni, Valerio Ambiveri, Sabrina Baruzzi, Pierpaolo Bertocchi, Mariella Bettineschi, Paolo Capuzzi, Audelio Carrara, Matteo Caglioni, Italo Chiodi, Luigi Compagnoni, Mario Cresci, Paolo Facchinetti, Salvatore Falci, Rocco Fidanza, Virgilio Fidanza, Paolo Ferrario, Giuliano Giussani, Marcello Gobbi, Antonio Mangone, Giovanna Magri, Giovanni Mantovani, Francesco Martinelli, Norma Miano, Bruno Muzzolini, Renzo Nucara, Gaetano Orazio, Valentina Pescara, Jessica Petrone, Margò Photography,Domenico Pievani, Fernanda Radaelli, Luigi Radici, Sabina Sala, Mattia Toselli, Olga Vanoncini, Carla Volpati e Stefania Zorzi.

“NaturaLmente”, che gode del patrocinio del Comune di Albino, quest'anno si arricchisce anche di una serie di iniziative collegate: sabato 4 settembre alle 21 al Cineteatro di Desenzano di Albino verrà presentato lo spettacolo teatrale “Anna Cappelli” di Annibale Ruccello, interpretato da Donatella Miracolo con la regia di Guido Contini. Domenica 5 settembre alle 18, a chiusura della manifestazione, verrà fatto un omaggio a Giorgio Milesi con una lettura a più voci di alcuni fra i suoi scritti brevi mentre sarà proiettata una selezione di suoi disegni e incisioni. La lettura espressiva sarà affidata a Sara Bombardieri, Guido Contini, Ferruccio Giuliani e Valeria Milesi.

“Da cosa nasce cosa – conclude Fidanza – e abbiamo in cantiere anche per il prossimo 16 ottobre un convegno ad Albino, nel quale vogliamo scrutare il paesaggio della Val Seriana, il mondo in cui viviamo, da angolature diverse, che facciano percepire aspetti che spesso, a torto, vengono ritenuti di pura poesia. Inviteremo gli amministratori dei comuni della Valle a confrontarsi sul tema “Guardare un territorio/Amare un territorio” con la partecipazione di filosofi, sociologi, artisti, fotografi e imprenditori”.

e.roncalli

© riproduzione riservata