Domenica 24 Luglio 2011

Cinema d'Arte al Seminarino
Ecco tutti i vincitori del Festival

«Una grande cura estetica e un'ottima interpretazione dell'attrice protagonista per un'opera che, con uno stile moderno e originale, riesce a far interagire diverse forme d'arte senza prenderle troppo sul serio». Con questa motivazione la giuria della decima edizione del Festival Internazionale del Cinema d'Arte – Premio Le Mura d'Oro che si è conclusa ieri sera presso il Chiostro del Seminarino in Città Alta, ha assegnato al film di Samuele Buranelli, Salomè – Una storia (Italia, 2009) il primo premio della sezione Cinema d'Arte.

Mentre «Per essere riuscito con straordinario e raffinato gusto visivo a rendere il connubio arte-cinema in modo efficace, avvalendosi di un'insolita visionarietà capace di evocare mondi apocalittici e forti emozioni», la giuria, presieduta da Vittorio Sgarbi e composta, con lui, da Marco Cacioppo, Roger A. Fratter, Achille Frezzato e Davide Pulici, ha assegnato il primo premio della sezione Art Lab al film di Alessandro Bavari, Metachaos (Italia, 2010).

La giuria ha anche assegnato un premio speciale documentario al film di Elisabet Prandi, Foradar l'instant (Perforare l'istante, Spagna, 2009) e una menzione speciale alla regia al film di Valentina Giordano, La classe docente va in paradiso (Italia, 2009) entrambi della sezione Cinema d'Arte. Mentre nella sezione Art Lab, la regia ha assegnato il premio speciale animazione al film di Mashaallah Mohammadi, Adamha (Iran, 2010) e il premio speciale originalità al film svizzero, Amourette (2009) di Maja Gehrig.

e.roncalli

© riproduzione riservata