Giovedì 01 Settembre 2011

Isola Folk a Solza e Suisio
Gruppi in arrivo da tutta Europa

Venerdì sera 2 settembre a Solza Isola Folk ha in programma quattro concerti: al castello Colleoni sul palco ci saranno il Trio Latira (Bretagna), in piazza San Giorgio il gruppo Damatra, nell'area festa comunale i gruppi Firletanz (Germania) e Cagliotti-Motta duo. Per le vie del paese, dalle 20,30, la Bèrghem Baghèt.

Sabato pomeriggio la rassegna folk arriva a Suisio: gli incontri musicali di fine estate entrano nel vivo nei stall (cortili) e nelle piccole vie di Castelletto. Proprio nella storica sede del «Stall del Dami» era stata presentata la 21ª edizione di Isola Folk. Con un po' di emozione hanno parlato i ragazzi dello staff direzione artistica: Giusi Pesenti, Luca e Matteo Ricci, Alberto Rota, quattro giovani che da quest'anno hanno la responsabilità artistica di questo importante festival di musica folk, conosciuto anche a livello internazionale.

A passare il testimone a questi quattro ragazzi, tra l'altro impegnati anche loro nella musica folk come cantanti e musicisti, Giovanni Alcaini, che per una vita è stato direttore artistico e continuerà a lavorare per Isola Folk. «Su invito di Alcaini e del comitato presieduto da Angelo Previtali abbiamo accettato di occuparci della direzione artistica del festival – ha detto Luca Ricci – cercando di mantenere la qualità e l'impostazione che ha caratterizzato Isola Folk negli anni, pur attraversando un periodo di ristrettezze economiche dovute alle difficoltà del momento. Però gli artisti hanno voluto partecipare ugualmente». Giusi Pesenti, cantante, ha voluto sottolineare che per la prima volta sono stati previsti degli stages per imparare a cantare le canzoni folk con «Canta con noi» a cura di Maria Teresa Villa, Marisa Isacchi e Francesca Castelli. Ci saranno ancora gli stages di danza con una novità: lo stage di percussioni del Sud Italia. «Il concerto evento sarà eseguito dai Carta bianca ai Calicanto, gruppo padovano che quest'anno festeggia trent'anni di folk veneto – aggiunge Alberto Rota – e lo strumento della tradizione è l'organetto, re della musica popolare».

«Anche quest'anno sui vari palchi si esibiranno gruppi che arrivano dall'estero – evidenzia Matteo Ricci – dalla Bretagna il Trio Latira, dall'Alsazia il gruppo Blizare, i Firletanz (Germania), i 21 Boutons (Belgio-Catalogna). Per i bambini, domenica pomeriggio, a largo San Floriano, spettacolo con i burattini «La valigia dei sogni». Per quanto riguarda le infrastrutture, torna a Suisio lo spazio campeggio fuori dalla palestra.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata