Lunedì 03 Novembre 2003

Teatro, corsi a Torre Boldone

1° ANNO LIVELLO BASE

Il teatro come luogo di una comunicazione privilegiata, dove il soggetto è insieme attore e spettatore e sperimenta possibilità diverse dall’ordinario. Il gioco del teatro, con il continuo entrare e uscire in ruoli e personaggi, permette di sperimentare partiture diverse da quelle abituali, ciò aiuta a trovare nuovi equilibri nelle relazioni con gli altri e a capire i propri bisogni e desideri. Attraverso il personaggio l’attore diventa protagonista, contribuendo a costruire un’immagine di sé positiva e forte. Imparare a salire in scena mostrandosi, aiuta a superare la paura di esibirsi, superando blocchi fisici, emotivi, sviluppando il desiderio di rappresentare sé al mondo. Attraverso le improvvisazioni si sviluppa l’immaginazione che propone degli universi oltrepassanti la vita quotidiana, punti di vista non necessariamente consequenziali che forniscono alternative, altre modalità di vedere, sentire, percepire.

- ESPRESSIVITA’ TEATRALE - 30 h con Beatrice Meloncelli

Gli incontri sono a carattere operativo: inizialmente saranno proposti giochi di conoscenza, al fine di favorire la coesione tra i componenti del gruppo, l’approfondimento del rapporto con se stessi, gli altri e lo spazio, la disponibilità a mettersi in gioco e a dar fiducia. Si lavorerà molto sul corpo, cercando di superare elementi che condizionano la libertà di movimento, quali timidezza, abitudine, costrizione, tensione.

- RESPIRAZIONE E VOCE - 10 h con Ornella Tacchio

Il corso si propone di insegnare tecniche per il miglioramento della propria capacità espositiva e di lettura, attraverso una valorizzazione ed impostazione del proprio livello vocale. Esercizi: sulla respirazione, diaframma, riscaldamento della voce, suoni, timbro, potenza, pronuncia, intonazione, pausa.

Giochi vocali e letture di testi teatrali e poesie.

2° ANNO LIVELLO INTERMEDIO

con saggio finale

Il regista costruisce insieme agli attori una rappresentazione e questo costringe a riflettere su ciò che si è visto, sentito, capito e soprattutto su ciò che ha colpito, emozionato. Ripensando, rielaborando insieme le situazioni, gli attori se ne appropriano ed aumentano la loro capacità critica ed immaginativa, la loro consapevolezza. La drammatizzazione, stimolando la liberazione dei conflitti e l’emotività del singolo e del gruppo, favorisce una maggiore padronanza del proprio essere. Attraverso la libera costruzione del personaggio e le improvvisazioni si arriva ad un canovaccio originale che rende protagonisti e mette in scena tutti i partecipanti.

All’inizio del corso, insieme al gruppo si sceglierà l’argomento oppure il testo letterario o teatrale che si vuole sviluppare nello spettacolo.

3° ANNO LIVELLO AVANZATO

con rilascio dell’attestato di frequenza

- TRAINIG E AZIONI FISICHE - 34 h con Simone Capula

Il laboratorio si basa sui principi fondamentali dell’Antropologia Teatrale (studio del comportamento fisiologico e socio-culturale dell’uomo in una situazione di rappresentazione). Tenendo conto che dai padri fondatori della regia in poi, lo spettacolo non è più semplice messa in scena di un copione, ma è sintesi di vari elementi che concorrono in egual misura alla stesura del textux spettacolare: le azioni fisiche dell’attore, i suoni, la musica, le luci, il mutamento dello spazio, il testo scritto. Contestualmente ci si prefigge un ampliamento della sensibilità percettiva e progettuale. Dopo alcuni esercizi di training, si inizierà un lavoro sulle azioni fisiche e sul montaggio delle azioni fisiche. Il pretesto culturale da cui si partirà per costruire una azione scenica saranno "La vocazione teatrale di Wilhelm Meister" di Wolfang Goethe e il film "Falso Movimento" di Wim Wenders.

Il corso si svolgerà all’oratorio di Boccaleone venerdi 28 novembre, 12 dicembre e 9 gennaio dalle 20 alle 24 e all’oratorio di San Tomaso sabato 29 novembre e 13 dicembre dalle 10 alle 14, sabato 10 gennaio dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19 e domenica 11 gennaio dalle 15 alle 21 con dimostrazione del lavoro aperta ad un pubblico di invitati.

Per informazioni e iscrizioni

Le acque - Compagnia teatrale

Via Marzanica, 7/a

Torre Boldone

Tel. e fax 035/345593

www.leacque.com

f.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags