Festival «Teatralmènte» in scena ad Almè

Festival «Teatralmènte» in scena ad Almè

È stata inaugurata sabato 24 maggio la seconda edizione del festival Teatralmènte, promosso dal Comune di Almè con la direzione di Tiziano Ferrari, che si snoda nell’arco di due settimane fino all’8 giugno. Cinque appuntamenti, tre dei quali all’interno del Teatro San Fermo, mentre gli altri due, con accesso libero, nella Piazza San Fermo del Comune di Almè, porteranno sulla scena artisti emergenti e spettacoli innovativi per dare vita a uno spazio aperto e dedicato ai giovani.Il 24 maggio la prima serata è stata dedicata alla tragica realtà di «Linate 8 ottobre 2001: la strage», spettacolo che ha ripercorso con la voce narrante di Giulio Cavalli, anche autore del testo insieme a Fabrizio Tummolillo, la vicenda dell’incidente aereo avvenuto nell’aereoporto milanese causando 118 morti. Mercoledì 28 maggio è in programma il monologo «La Molli», divertimento alle spalle di Joyce, in cui la protagonista Arianna Scommegna, guidata dalla regia di Gabriele Vacis, interpretando il personaggio della Molly Bloom dell’Ulisse di Joyce, apre il rubinetto dei suoi pensieri e ripercorre con originalità e immediatezza le vicende vissute in un lontano pomeriggio al parco.Sabato 31 maggio, in piazza San Fermo, il festival continua con «Lisistrata, della guerra dell’amore», rappresentazione a cura di Giorgio Sangati tratta dall’omonima commedia di Aristofane, di cui ripropone le tematiche. L’uso politico della guerra e la cattiva amministrazione dello stato da una parte, e le differenze di genere nell’amore dall’altro, sono al centro di una messa in scena libera che lascia spazio all’immaginazione e induce ad una riflessione senza tempo sull’animo e gli atteggiamenti umani.L’intricata realtà dei rapporti sentimentali è invece in primo piano mercoledì 4 giugno con «Le Relazioni pericolose», con gli attori di Pianoinbilico e la regia della giovane e già premiata Silvia Giulia Mendola. La pièce, dal romanzo epistolare di Choderlos de Laclos, sullo sfondo di una scenografia temporalmente indefinita che simboleggia l’universalità della vicenda, racconta la forza ineluttabile dell’amore che segna le relazioni umane scandito dal ritmo passionale e sanguigno del tango argentino.Teatralmente si chiude domenica 8 giugno in Piazza San Fermo con Rapsodia per Giganti ovverosia volteggi per trampolieri tra mito e fiaba, spettacolare esibizione degli artisti di Trickster Teatro, che con le loro acrobazie portano gli spettatori a volare nel mondo incantato dei sogni.Ingresso gratuito per i giovani minori di 18 anniIngresso ridotto per i minori di 26 anni e per i gruppi convenzionati (8 euro)Info e prenotazioni: 347.8725150(25/05/2008)

© RIPRODUZIONE RISERVATA