Martedì 20 Marzo 2012

Parlare con ironia di infertilità
A Nembro c'è «Stasera ovulo»

Uno spettacolo che ha riscontrato molto successo sbarca a Nembro. «Stasera ovulo», monologo comico e commovente che affronta con ironia e con una vena di sarcasmo il delicato tema dell'infertilità femminile e della fecondazione assistita, vincitore del Premio Calandra 2009 come miglior spettacolo e come migliore attrice. Lo spettacolo andrà in scena sabato 24 marzo alle 20.45 al Teatro San Filippo Neri di Nembro.

Fino a dove riesce a spingersi l'istinto materno di una donna che, passati i 35 anni, una relazione stabile e felice, un lavoro gratificante, decide che è arrivato il momento di avere un figlio? La protagonista arriva alla risposta attraverso una strada tortuosa, fatta di tentativi, fallimenti, di esami medici di base e cure pesanti; punteggiata di consigli di parenti e amici, di critiche più o meno velate. Ecco che poi, la delusione si trasforma passo passo in consapevolezza... sarà proprio questa consapevolezza raggiunta dalla protagonista, a regalare al pubblico un finale commovente.

Scritto da Carlotta Clerici, il testo nasce dal frutto dell'esperienza personale vissuta dall'autrice, che in questo modo ha dato al tutto un' impronta ancora più vera. Il linguaggio comico oltrepassa la corazza delle fragilità umane, riuscendo a dissolvere pudore e vergogna. Il finale, sorprendente e inaspettato, regala il lieto fine puntellato di speranza e preziose riflessioni.

Per info www.laq-prod.net

fa.tinaglia

© riproduzione riservata