Giovedì 03 Maggio 2012

Creberg, due mostre in parallelo:
da Piccoli all'Omaggio a Morandi

Dal 5 maggio al 1° giugno al Palazzo del Credito Bergamasco di largo Porta Nuova saranno aperte due mostre nate in parallelo. Un pittore vivente e un classico del Novecento a confronto: Gianriccardo Piccoli - Il tempo ritrovato e Omaggio a Giorgio Morandi.

Nei primi mesi del 2012 la casa editrice Electa ha pubblicato – con il sostegno della Fondazione Credito Bergamasco – una monografia dedicata a Gianriccardo Piccoli. Un volume illustrato in cui è ripercorsa l'intera attività del pittore, classe 1941. La pubblicazione del volume è stata l'occasione per fare un bilancio su cinquant'anni di produzione artistica, dalle prime esperienze informali fino alle ultime sperimentazioni. I ripensamenti che sono scaturiti da questa pubblicazione sono all'origine de Il tempo ritrovato.

Una mostra che prende il via dalle copertine dei Maestri del colore, i celebri fascicoli dei Fratelli Fabbri pubblicate agli inizi degli anni Sessanta, che sono stati tra i primi stimoli figurativi di Piccoli. Segue una suite di opere ispirate alla celebre Veduta di Toledo di El Greco. Poi si dispiega un articolato percorso sull'opera e i luoghi di Morandi, rappresentato tramite d'après e opere liberamente ispirate, fino all'apparente allontanamento dal modello, ricreato alla luce della sensibilità artistica di Piccoli.

Il cuore della rassegna è il confronto con un classico del Novecento, Giorgio Morandi, tramite due opere scelte, due assoluti capolavori del pittore bolognese: un Paesaggio del 1938 e una Natura morta del 1941, entrambi di collezione privata. Come è già accaduto per altri maestri contemporanei anche per Piccoli la pittura di Morandi costituisce un punto di riferimento. Lo è stato nell'attualità degli anni settanta e lo è ancora oggi, come dimostrano i suoi lavori, di recente esposti nella prestigiosa sede di Villa Panza a Varese.

L'Omaggio a Giorgio Morandi nasce pertanto come rassegna autonoma ma è allo stesso tempo coerentemente legata a quella di un artista vivente, a dimostrazione che l'eredità del maggiore pittore italiano del Novecento rimane attuale. La mostra è a cura di Simone Facchinetti e di Angelo Piazzoli (Segretario Generale della Fondazione Credito Bergamasco).

Il catalogo della rassegna, pubblicato in quest'occasione, raccoglie due saggi dei curatori e una testimonianza di Gianriccardo Piccoli.

Info: www.fondazionecreberg.it
Palazzo del Credito Bergamasco, Largo Porta Nuova, 2 – Bergamo
Salone Principale
Da lunedì a venerdì, durante l'apertura della filiale – dalle ore 8.20 alle ore 13.20 e dalle ore 14.50 alle ore 15.50; Sabato 5, 12 e 19 maggio, dalle ore 14.00 alle ore 22.00, con la possibilità di visite guidate gratuite con inizio alle ore 14.00 – 15.30 – 17.00 – 18.30 – 20.00.
Domenica 6, 13 e 20 maggio, dalle ore 11.00 alle ore 20.00, con la possibilità di visite guidate gratuite con inizio alle ore 11.00 – 14.00 – 15.30 – 17.00 – 18.30.
Catalogo gratuito disponibile all'ingresso della mostra.
Ingresso gratuito.

r.clemente

© riproduzione riservata