Martedì 08 Maggio 2012

Ecco il rock d'autore
tra tanta grinta e poesia

È davvero infinita la galassia del rock bergamasco: una miriade di band di ogni genere, influenza ed età che ci hanno accompagnato in questo viaggio alla scoperta di giovani e nuove promesse della scena musicale orobica ma anche di band che sui palchi vantano un'esperienza decennale. Vecchie e nuove leve accomunate dalla stessa passione: suonare ed esprimere la propria creatività in musica.

Chi da anni anima la scena rock locale sono gli Isabelle Urla, band della Bassa bergamasca con alle spalle anni e anni di concerti, tra cui aperture ad artisti del calibro di Teatro degli Orrori, Frankie HI Nrg e Diaframma. Un power trio che dal 1996 suona un rock graffiante ma allo stesso tempo poetico, con testi in italiano e un'attitudine post-punk che richiama alla mente band come Afterhours e Ministri.

Se gli Isabelle Urla affondano le loro radici nella scena rock italiana indipendente di fine anni '90, la musica dei A Band With No Name (Abwnn) è sicuramente figlia del nuovo millennio e non solo per la media età: tutti giovanissimi attorno ai 17 anni, gli Abwnn sono un gruppo che a dispetto del nome è destinato a lasciare il segno nella scena del rock «made in Bergamo».

Freschi di esordio con il loro primo album L'animale che ci domina, i Seta di Porpora sono un'altra band che corre sui binari del rock di prima classe. Uscito a febbraio, il disco è il coronamento di un percorso artistico cominciato nel 2004 e che ha portato il quartetto originario della Valseriana a esibirsi in diversi contest nazionali e a sfornare ep uno dopo l'altro. I Seta di Porpora sono in corsa anche per un posto a Sanremo Giovani con il singolo Tutto e subito.

Leggi di più su L'Eco di martedì 8 maggio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata