Venerdì 11 Maggio 2012

BergamoScienza, arriva Watson
50 anni fa il Nobel per il DNA

BergamoScienza 2012, anno del decennale, si terrà dal 5 al 21 ottobre aprendo, sabato 6 con un grande «Space Day», giornata monotematica in collaborazione con le agenzie spaziali Nasa, Esa, Asi.

Ci sarà lo scienziato Erik Galimov, il russo che si occupa di polvere di stelle, mentre l'agronomo Francesco Salamini spiegherà come organizzare campi di verdura in ambiente extraterrestre. Poi, astronauti e scienziati delle tre agenzie americana, europea e italiana e una grande mostra interattiva al Museo storico dove si proveranno le distorsioni sensoriali causate dallo spazio.

L'edizione è stata presentata ieri ai sostenitori nella saletta di Confindustria.

Tre i Nobel, tutti per la Medicina: il vincitore 2011 Bruce Beutler (interazioni fra un organismo e il suo ambiente) e Linda Buck (recettori olfattivi), Nobel 2004; poi il mitico James Watson, scopritore con Crick dell'elica del Dna che festeggerà proprio a Bergamoscienza il cinquantennale del Nobel ricevuto nel 1962. Atteso anche Ian Wilmut, il «papà» della pecora Dolly.

La scienza italiana sarà presente con l'inventore del microprocessore, Federico Faggin e il fisico Guido Tonelli. Si parlerà di neuroestetica con Samuel Zeki: come il cervello percepisce la bellezza, con un percorso legato a opere di pittori bergamaschi. Con Alan Sanfrey di neuroeconomia, e di comunicazione con la giornalista scientifica premio Pulitzer Deborah Blum. In agenda anche l'inquinamento e Fukushima.

E poi la fisica del calcio, una Atom-bola, musica e spettacoli. Ben 190 le proposte di scuole e associazioni al vaglio della commissione scientifica, un budget di 800 mila euro costruito come sempre a moduli successivi che permettono di arricchire la manifestazione – se i soldi arrivano – come progetti in stand by da implementare oltre il programma ufficiale.

Ai vertici dell'Associazione BergamoScienza, restano al timone per il decennale Andrea Moltrasio come presidente e Umberto Corrado come segretario generale.

Nasce un gruppo Giovani (per chi è interessato: si riunisce il 20 maggio, info@bergamoscienza.it). ll motto dell'anno è di Pasteur, «Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la conoscenza». Per il decennale, aspettiamo una meraviglia.

S. P.

a.ceresoli

© riproduzione riservata