Torna «Andar per musica» e parte da Seriate

Torna «Andar per musica» e parte da Seriate

Giunge quest’anno alla 23a edizione la rassegna «Andar per musica» che prevede in tutto 38 concerti, in altrettante piazze della nostra Provincia, fino al 31 agosto. L’ambientazione di ogni spettacolo privilegia location che abbiamo una valenza particolare, dal punto di vista storico, artistico e turistico. E vuoi per l’importanza dei nomi e l’imponenza del cartellone, «Andar per musica» si configura tra i festival folk più importanti d’Europa, forte di una presenza annua che non scende mai al di sotto delle 50 mila persone. Si parte il 9 giugno a Seriate, con il gruppo irlandese Beoga.   Tra i protagonisti dell’edizione 2007 l’asturiano Hevia con il Coro Minero de Turon, una corale di minatori che incrocia il 7° Festival Internazionale dei Cori promosso dal Coro Idica di Clusone; il galiziano Carlos Nunez; gli inglesi Fairport Convention, che giusto quest’anno celebrano il loro quarantennale. Tornano in Bergamasca l’organettista basco Kepa Junkera, e gli irlandesi Lunasa; mentre arrivano in Sant’Agostino, in città alta, per la prima volta Le Mystère Des Voix Bulgares, la famosa formazione che ha fatto conoscere al mondo la polifonia bulgara.
Quest’anno il filo conduttore che riallaccia molti dei concerti è la fisarmonica o meglio gli strumenti a bottone. Ecco allora il brasiliano Renato Borghetti, “portatore” di una musica freschissima benché legata alle radici del tango, Kepa Junkera, Riccardo Tesi con la Banditaliana, Beltuner, con la sua musica manuche, il Motion Trio sul versante di una musica modernamente contaminata, e ancora Martin Lubenov, funambolico fisarmonicista dell’area balcanica.
Il viaggio di «Andar per musica» comincia il 9 giugno prossimo da Seriate, con il gruppo irlandese Beoga, e si conclude il 31 agosto a Treviglio con l’esibizione degli scozzesi Keep It Up. Cartellone ricchissimo, anche di novità, se si pensa agli irlandesi Flook, miglior gruppo dello scorso anno al Bbc Folk Award, o alla presenza di Iain Matthews, raffinato folksinger d’Inghilterra raramente visto dal vivo in Italia. Senz’altro da segnalare il concerto dei Fairport Convention il 21 luglio a Zanica. Ma gli appassionati del folk saluteranno con una punta di commozione anche il concerto degli Swarb’s Lazarus, il gruppo del redivivo Dave Swarbrick, violinista eccelso che alla scena del folk britannico ha regalato pagine di musica impedibili.
La rassegna è promossa della Provincia di Bergamo che si avvale della collaborazione dei comuni interessati e della direzione artistica e della produzione esecutiva dell’Agenzia Frame Events. I concerti in massima parte sono gratuiti salvo rare eccezioni: Hevia & Minero de Turon, Carlos Nunez, Les Mystères Des Voix Bulgares, con ingresso fissato a 15 euro.

(31/05/2007)

© RIPRODUZIONE RISERVATA