Domenica 30 Dicembre 2012

Azzola, star della fisarmonica
Concerti a Bergamo e val Seriana

Arriva in Bergamasca, a cavallo fra la fine del 2012 e l'inizio del nuovo anno, Marcel Azzola, unanimemente riconosciuto come uno dei massimi fisarmonicisti al mondo. Il 30 dicembre Azzola ha presentato, in parole e musica, la propria carriera e i due successivi concerti: il giorno di Capodanno a Bergamo al Teatro Sociale (esaurito) e il 2 gennaio a Valbondione, paese d'origine della madre. In entrambe le occasioni sarà accompagnato dalla pianista Lina Bossatti.

Azzola è considerato un riferimento irrinunciabile. Figlio di emigranti italiani - anche il padre era nato in Bergamasca - vive a Parigi. È riconosciuto come il precursore della fisarmonica classica e jazz in Francia. Negli anni Cinquanta accompagna i grandi nomi della canzone francese quali Edith Piaf, Yves Montand, Juliette Gréco, Gilbert Bécaud e Jacques Brel e dà vita ad un suo gruppo da ballo con il quale fa molte tournée.

Nel corso della sua carriera ha registrato un centinaio di musiche da film di Jacques Tati e Bertrand Tavernier. È stato elevato al rango di Commendatore delle Arti e delle Lettere dal ministro della cultura francese nel 2007.

L'incontro del 30 dicembre a Gandino aveva un titolo sintomatico: «Sui tasti della memoria: una vita dedicata alla fisarmonica». È stata l'occasione per scoprire quanto le biografie ufficiali non hanno mai detto su di lui e tracciare profili dei grandi artisti con i quali lui ha collaborato.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata