Mercoledì 02 Ottobre 2013

Le Sorelle Marinetti a Seriate
Debutto il 24 ottobre

La nuova commedia musicale con le Sorelle Marinetti debutta il 24 ottobre al Cinema Teatro Gavazzeni di Seriate, spazio che già in altre occasioni è stato scelto dalla P-Nuts per presentare in anteprima i suoi spettacoli teatrali.

«Risate sotto le bombe» è una commedia di Giorgio Umberto Bozzo e Gianni Fantoni, con le Marinetti, lo stesso Fantoni, Francesca Nerozzi, Paolo Cauteruccio e Simone Sibillano, nonché la partecipazione di Gabrio Gentilini. Scene, costumi e regia sono di Simone Nardini; la direzione musicale è affidata al direttore e arrangiatore Christian Schmitz, la musica è suonata dal vivo da una sezione dell'Orchestra Maniscalchi.

L'ambientazione: un piccolo teatro, in una città di provincia, l'8 settembre 1943. Dall'inizio della guerra le compagnie di arte varia si arrangiano come possono, girando il paese tra mille difficoltà e con mezzi di trasporto improvvisati, alla disperata ricerca di un ingaggio e con la speranza che l'impresario locale non faccia scherzi, magari scappando con il magro incasso. La cornice in cui si dipana la narrazione di «Risate sotto le bombe» è questa. La vicenda: poco dopo l'inizio di uno spettacolo suona un allarme aereo. Il pubblico, preso dal panico, scappa dalla sala. La piccola compagnia di attori e cantanti si rifugia nel camerino del coro, sotto il palco del teatro e lì attende che l'emergenza cessi. Le Sorelle Marinetti, il capocomico Altiero Fresconi, il refrenista Rollo, la soubrettina Velia Duchamp e alcuni musicisti sono costretti ad attendere in un angusto spazio, che fa affiorare la complessità dei rapporti interpersonali.

Per impiegare il tempo e scacciare la preoccupazione gli artisti decidono di provare i numeri di un nuovo spettacolo per il quale vi è speranza di un debutto la settimana successiva in un grande teatro cittadino. A complicare la situazione c'è la fame: gli artisti non mangiano da più di un giorno e le forze e l'entusiasmo sono in via di esaurimento. Le Marinetti in scena non mancano di cantare. Siamo nella fase finale dei cosiddetti telefoni bianchi. La guerra è al termine, ed il trio en travesti composto da Turbina, Mercuria e Scintilla Marinetti si è lasciato alle spalle le «signorine Grandi Firme» di Boccasile. Dopo tanto teatro e un Sanremo condiviso con Arisa, Nicola Olivieri, Andrea Allione e Marco Lugli tornano con un progetto musical teatrale che ancora attraversa la prima metà del Novecento.

Il produttore anche stavolta è Giorgio Bozzo, ideatore del progetto artistico delle «sorelle», l'arrangiatore è il direttore dell'Orchestra Maniscalchi Christian Schmitz. Ancora una volta è lui che si occupa della ricerca dei materiali, delle partiture originali e dell'addestramento vocale delle Marinetti. Biglietti in prevendita da settimana prossima (euro 15 più prevendita fino al 21 ottobre. Euro 18 più prevendita il giorno dello spettacolo). Info e acquisto: P-Nuts S.r.l. - via Omboni, 6 - Milano - 02.20241023 - [email protected]

fa.tinaglia

© riproduzione riservata