Mercoledì 21 Gennaio 2009

Orobie Film Festival
In scena le montagne lombarde

«Un evento importante per la conoscenza e la promozione degli stupendi scenari delle Alpi e Prealpi Orobiche e del grande patrimonio delle montagne lombarde. Un festival che si conferma meravigliosa vetrina di un habitat suggestivo e fecondo, un territorio che attraverso i secoli ha instaurato un rapporto intimo e profondo con le proprie cime». Lo ha detto l’assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, Massimo Zanello, presentando a Bergamo l’edizione 2009 di Orobie Film Festival, in programma nel capoluogo orobico dal 26 al 31 gennaio.

La manifestazione si articolerà attraverso sei serate dedicate alla proiezione dei film in concorso. Per questa terza edizione saranno in gara circa un centinaio di opere di livello internazionale, provenienti da 22 nazioni. Sia le proiezioni che gli eventi collegati alla manifestazione sono fruibili gratuitamente.

«L’obbiettivo - ha ricordato l’assessore Zanello - è senza dubbio quello di voler coinvolgere, oltre agli appassionati ed estimatori della montagna, un pubblico più vasto per creare così occasioni d’incontro e confronto con il cinema, la cultura e la bellezza dei paesaggi montani. Anche questo evento rappresenta, poi, un’occasione per sostenere la produzione cinematografica, in linea con le politiche regionali di valorizzazione del comparto dello spettacolo in regione».

I tre concorsi in programma - Il mondo delle Orobie, Regione Lombardia, Terre alte del mondo - illustrano un percorso finalizzato, in primis, a migliorare la percezione dell’area montana sia sotto il profilo morfologico e naturalistico, sia sotto quello storico e culturale. Il tavolo dei relatori ha visto impegnati nella presentazione della manifestazione anche il presidente del Festival Roberto Gualdi, l’assessore all’Ambiente della Provincia di Bergamo Alessandra Salvi, la responsabile Comunicazioni del Parco delle Orobie Bergamasche Carla Pancaldi, l’assessore all’Urbanistica Valter Grossi.

Nel programma gli organizzatori hanno previsto una variaizone: a causa dell'assenza di Maurizio Zanolla, detto «Manolo», per inderogabili impegni personali, la serata di mercoledì 28 subirà una variazione. Verrà, infatti, proiettato in esclusiva «Sinfonia delle Orobie», un filmato dedicato alle immagini più belle delle Orobie, accompagnate dalle sinfonie dei più grandi compositori di musica classica. Il documentario, della durata di 35 minuti, è costituito da riprese effettuate nel comprensorio delle Orobie Bergamasche e
Valtellinesi.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata