Martedì 24 Marzo 2009

«L'arte è per tutti»
Visite alla Gamec

«Arte per tutti». È questa la parola d'ordine che ha spinto i Servizi educativi della Gamec-Galleria d'arte moderna e contemporanea a pensare al museo come ad un luogo di formazione permanente aperto a chiunque. Parte da questo presupposto la collaborazione con l'associazione In-Oltre, di cui Gamec è socia da un anno.

In-Oltre, prima in tutta la Lombardia, lo scorso settembre ha attivato per i disabili un servizio trasporto per raggiungere la galleria di via San Tomaso in occasione delle visite guidate dedicate a Giacomo e Pio Manzù. Considerato il successo riscontrato, l'esperienza proseguirà anche in occasione della mostra «Esposizione universale», che aprirà i battenti giovedì 2 aprile. Si tratta di otto mostre racchiuse in un unico percorso espositivo che si snoda nelle sale della Gamec: un centinaio di opere che vanno dal XV al XXI secolo.
Il progetto di Gamec e In-Oltre prevede 10 visite guidate gratuite condotte da educatori Gamec che lavorano da tempo a stretto contatto, dentro e fuori il museo, con questa tipologia di publico.

Porta la firma dell'associazione In-Oltre anche l'iniziativa di taxi-sociale dedicata ai disabili, per la quale la onlus di via Borgo Palazzo numero 130 ha messo a disposizione 10 mila euro conferiti dal Consiglio di rappresentanza dei sindaci. Il servizio è attualmente garantito ai Comuni dell'Ambito territoriale 1 (Bergamo, Gorle, Orio al Serio, Ponteranica, Sorisole e Torre Boldone), chiamando il numero verde gratuito 800995988, sia per richieste relative a bisogni di prima necessità che di tempo libero. Le postazioni di call-center sono due (Bergamo e Treviglio), messe a disposizione gratuitamente dall'associazione Auser.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata