Martedì 24 Marzo 2009

Vanessa Incontrada a L'Eco
«Quest'anno la mia prima fiction»

Giovedì 26 marzo il Donizetti ospita il Gran Galà «Insieme per Pangea», una serata benefica per dare una mano ai Percorsi di autonomia per le donne di Koppal, un progetto fortemente voluto dalla onlus e dalle bergamasche Round Table e The Exnovo. Sul palcoscenico, tra ottima musica e divertimento, ci sarà, insieme a Giorgio Panariello, anche Vanessa Incontrada, testimonial e amica di Pangea. Quando arrivò a Milano nel 1996, in Spagna, suo paese d’origine (è nata a Barcellona nel novembre del 1978 da padre italiano e madre spagnola) Vanessa si era già fatta notare nel ruolo di modella. In Italia la giovane italo-spagnola è riuscita a far emergere tutte le sue indubbie capacità artistiche capaci di portarla nel giro di una decina d’anni a ricoprire tutti i ruoli dello spettacolo: radio, televisione (dal 2004 è lei la padrona di casa Zelig), cinema («Il cuore altrove» di Pupi Avati il suo esordio nel 2003) e teatro (dove nel 2007, in «Alta società», ha recitato nella parte che fu di Grace Kelly).

In un'intervista a L'Eco di Bergamo in edicola mercoledì 25 marzo Vanessa fa sapere che quest'anno si dedicherà interamente alla recitazione, «con la mia prima fiction, per Mediaset. Poi due film in estate. L'anno prossimo dovrei condurre un programma televisivo e da gennaio tornerò con Zelig». Su Pangea dice che «è un'associazione nella quale credo molto e che crea nuovi posti di lavoro per le donne, che possono così acquistare libertà economica e dignità personale». vanessa confessa anche di conoscere bene Bergamo, dove «vengo spesso», un città «piena di gente laboriosa e generosa».

a.benigni

© riproduzione riservata