Venerdì 08 Maggio 2009

Consadori, Lanaro e Pellini
«Maestri a Brera»

Una interessante mostra ha allestito la Galleria “Ponte dosso” di Milano in omaggio a Silvio Consadori, Dino Lanaro e Eros Pellini, tre artisti che sono stati insegnanti all’Accademia di Belle Arti di Bera e dei quali ricorre quest’anno il centenario della loro nascita: Silvio Consadori (Brescia 1909—Burano 1994), Dino Lanaro (Malo di Vicenza 1909—Milano 1998) e Eros Pellini (Milano 1909—1993).

Ricodarli é un dovere, sia per quanto essi hanno saputo donare all’arte visiva della pittura (Consadori e Lanaro) e a quella della scultura (Pellini) con la loro intelligenza e creatività, sia per il contributo da loro offerto ad un’intera generazione di giovani con i loro insegnamenti insuperabili. La Galleria “Ponte Rosso”, poi, con i suoi direttori (Orlando Consonni, la moglie Nanda e il figlio Alessandro) si è resa sempre disponibile negli anni passati ad esporre le loro opere al pubblico, dando la possibilità agli appassionati d’arte di ammirare dipinti e sculture che i tre “Maestri a Brera” (questo il titolo dell’attuale rassegna) erano capaci di realizzare.

Di Silvio Consadori, Dino Lanaro e Eros Pellini ci siamo anche noi più volte impegnati a parlare della loro personalità. Qui però non è possibile illustrare le bellezze stilistiche e i contenuti delle opere dì ciascuno di loro perché si dovrebbe avere un ampio spa1zio a disposizione. Ci è sufficiente sottolineare che ci troviamo di fronte non solo a tre “Maestri a Brera”, ma a tre autorevoli maestri nel senso pieno della parola, i quali hanno “scritto”, una pagina incancellabile nel libro della storia dell’arte contemporanea, sia in campo nazionale che internazionale.

Non finiranno mai di stupire le stupende visioni di paesaggi e di interni, la meravigliosa “giostra” dei cromatismi per “descrivere” tipiche atmosfere, le sensazioni dei “giochi” delle luci e delle ombre che sanno suscitare Consadori e Lanaro con i loro dipinti, così come le suggestive sculture di Pellini nel contesto della loro semplicità e, nello stesso tempo, della loro maestosa solennità.

Altro non aggiungiamo. Lasciamo agli appassionati d’arte l’intima gioia di visitare la mostra e di leggere i saggi scritti da Stefano Crespi e pubblicati sull’opuscolo illustrativo di questa mostra.
Lino Lazzari

Durate della mostra: fino al 23 maggio. Orari: tutti i giorni, eccetto domenica mattina e lunedì, dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 19 Galleria “Ponte Rosso” , Via Brera 2 — Milano

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags