Mercoledì 03 Giugno 2009

«The moving town» di Nacci
vince il festival di Philadelphia

Musicista jazz, sassofonista di vaglia, insegnante e formatore, compositore e videoartista: sono mille le vite artistiche di Alberto Nacci  che, passato dall'esperienza del jazz puro all'ibridazione della musica con altre arti (la fotografia e il video in primis), è riuscito a creare un nuovo modo di vedere e ascoltare il mondo che ci circonda.

Definito «il musicista jazz che trasforma in musica i rumori dell'acciaieria di Dalmine», Alberto Nacci ha portato la sua videocamera e ha catturato le immagini e i suoni dell'aeroporto di Orio. Ne è uscito un video di dieci minuti, intitolato The Moving Town che dopo essere stato presentato alla 61ª edizione del Festival di Locarno (nella sezione Play Forward) si è aggiudicato il 2009 PPhiladelphia Documentary & Fiction Festival, per la sezione «direction».

The Moving town é stato finora selezionato nei seguenti festival internazionali di cinema e videoarte:
2008 61^ Festival du Film Locarno (Switzerland); New York International Independent Film & Video Festival(USA); Strasbourg International Film Festival (France); The Golden Gate Fiction & Documentary Festival (San Francisco,USA); Digifestival - total art festival (Florence,Italy); 62^ Festival Internazionale del Cinema di Salerno (Italy); Tehran International Short Film Festival (Iran); Corto Potere (Bergamo,Italy); Festival du Cinema de Paris (France) MENTION Spécial du Jury;
2009 International Urban Film Festival (Tehran, Iran); New York Short Film Festival(USA); Athens International Film and Video Festival (Ohio-USA); Short Film Festival of Los Angeles (USA); Salento International Film Festival (Italy); Philadelphia Documentary & Fiction Festival (USA) WINNER - section: direction.

Per ulteriori informazioni e per vedere il trailer del film: www.albertonacci.it

www.albertonacci.it/themovingtown/

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags