Giovedì 06 Agosto 2009

Fiordaliso festeggia l'estate
Sabato in concerto a Sarnico

L'estate a Sarnico saluta sabato 8 agosto l'arrivo di Fiordaliso, impegnata in concerto nello spazio di piazza XX Settembre (alle 21,30; ingresso libero), artista dalla carriera ormai trentennale che ha contribuito attivamente allo sviluppo della canzone leggera italiana negli ultimi decenni. Quando, dopo l'esperienza in un'orchestra di liscio moderno, partecipò nel 1981 al Festival delle voci nuove di Castrocaro, vinse a pari merito con un certo Zucchero Fornaciari, con il quale intraprese subito una lunga collaborazione.

Il successo a castrocaro portò Marina Fiordaliso direttamente fra i giovani al Festival di Sanremo, manifestazione alla quale l'artista può vantare un numero di partecipazioni da record, spesso con canzoni composte proprio dall'amico Zucchero. Come quella «Non voglio mica la luna» che resta a tutt'oggi il suo brano di maggior successo e uno dei pilastri del canzoniere leggero nazionale, nonostante il quarto posto ottenuto sul palco dell'Ariston nel 1983. Dopo un minialbum estivo Fiordaliso intraprese dunque una tournée che la portò attraverso l'Europa, in Sudamerica, in Cina e in Giappone. Parallelamente all'esposizione mediatica crebbe anche la stima da parte dei colleghi, tanto che per il suo secondo album «A ciascuno la sua donna» (contenente il brano sanremese «Il mio angelo» dedicato al figlio Sebastiano) molti fra i migliori autori del momento offrirono canzoni a quella che era un'interprete di razza: dal solito Zucchero a Enrico Ruggeri, da Vasco Rossi a Fabio Concato.

Il primo tour mondiale di Fiordaliso venne immortalato in disco live. Dopo una nuova partecipazione a Sanremo con l'ennesimo brano di Zucchero, la cantante terminò il rapporto con la casa discografica Durium e passò sotto l'ala protettrice di Toto Cutugno, che la riportò al Festival nel 1988 con «Per noi» e l'anno seguente con «Se non avessi te». Dal '90 la produzione artistica passò a Franco Ciani e le firme delle canzoni interpretate da Fiordaliso si arricchirono di ulteriori nomi come quelli di Danilo Amerio, Marco Paoluzzi, Franco Fasano e Roby Facchinetti. Si moltiplicarono anche i colleghi disponibili a duetti, come lo stesso Facchinetti, Riccardo Fogli o Edoardo De Crescenzo. Parallelamente si intensificarono le partecipazioni a programmi radiofonici e televisivi, fino a un'apprezzatissima parte nel musical «Blood brothers» che dal 1995 la impegnerà nelle pause dei suoi tour; esperienza bissata dieci anni dopo in un altro ironico spettacolo dal titolo «Menopause the musical» al fianco di Marisa Laureto, Fioretta Mari e Crystal White.

Questo dopo la partecipazione ai reality televisivi «Music farm» e «La talpa», che aprirono nuove porte a Fiordaliso sul piccolo schermo, portandola ad affiancare Giancarlo Magalli e Mara Carfagna nella conduzione del programma «Piazza Grande» e poi alla guida del gioco musicale «Non voglio mica la luna». Le repliche di «Menopause the musical» continuano ma nel frattempo Fiordaliso ha trovato il tempo per partecipare al megaconcerto benefico «Amiche per l'Abruzzo» e ora la ritroviamo in concerto nella nostra provincia. In totale Fiordaliso ha collezionato nove partecipazioni al Festival di Sanremo, ha pubblicato una quindicina di album, sei dei quali tradotti in spagnolo per il mercato internazionale.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata