Martedì 30 Marzo 2004

«AlbinoClassica», festival di primavera

La 3° edizione di AlbinoClassica - Festival di Primavera si preannuncia ricca di eventi artistici ed appuntamenti di tutto rilievo. La rassegna si apre sabato 3 aprile con una tra le pagine più alte del periodo classico: nella Parrocchiale S. Giuliano di Albino potremo assistere all’Ave verum corpus KV 618 - Requiem KV 626 di Wolfang Amadeus Mozart; l’interpretazione è affidata al Coro Lirico di Bergamo, all’Orchestra del Festival Carlo Antonio Marino ed alla direzione del Maestro Natale Arnoldi. Quattro solisti d’eccezione completano il cast vocale, rendendo così ulteriormente appetibile quello che già si preannuncia un grosso evento culturale-musicale per la Città di Albino: soprano Antonella D’Amico, contralto Caterina Calvi, tenore Fabio Tarantelli, basso GianLuca Breda.

Il secondo appuntamento, sabato 17 aprile, vede protagonista uno dei quartetti d’archi con pianoforte più quotato in assoluto in Italia e sul panorama internazionale. Il quartetto Amadè - Klavierquartett (Georg Egger violino, Andrea Repetto viola, Francois Gouton violoncello ed Andrea Bonatta pianoforte) ci propone ancora una volta brani di W.A.Mozart: il quartetto con pianoforte in Sol min. KV 473, la Sonata per violino e pianoforte in Mi min. ed il Quartetto con pianoforte in Mi bem. Magg. KV 493. L’elevatissimo livello compositivo dei brani in programma unitamente alla riconosciuta vena artistica dei singoli componenti costituiscono gli ingredienti per un’ ottima riuscita di questo concerto.

Sabato 24 aprile è la volta del pianista Alessio Cioni; un recital pianistico di tutto rispetto come da programma: F. Schubert, Fantasia op. 15 Der Wanderer, F. Listz, Sonata in Si min., S.Prokofieff, Sonata n° 7 op.83, B.Bartok, Sonata. Finalista al prestigioso Concorso internazionale Busoni di Bolzano, Cioni, nonostante la giovane età ha collezionato una serie impressionante di premi e riconoscimenti in Concorsi Internazionali e nazionali.

Sabato 8 maggio è di scena il duo Zurletti-Novarino (violoncello/pianoforte); il programma spazia tra l’ottocento ed il novecento con pagine di Beethoven, Brahms, Strawinsky e Cattaneo. Matteo Maria Zurletti si è esibito in tutta Italia ed all’estero (Londra, Montevideo, Buenos Aires, Santiago del Cile, Bogotà, Caracas, Tokyo); dal 1997 è primo violoncello dell’ Orchestra di Spoleto. Cecilia Novarino ha studiato pianoforte presso il Conservatorio Verdi di Torino diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Unitamente all’attivita concertistica ha frequentato corsi di perfezionamento a Losanna, Siena, Trento, Bruxelles e Torino.

Il recital chitarristico di Flavio Sala in programma sabato 15 maggio consegna al Festival il vincitore del Concorso Internazionale Pittaluga (Alessandria), edizione 2003. Con un programma che comprende autori come Ponce, Paganini, Albeniz, Castelnuovo-Tedeswco, Koshkin e Turina, il chitarrista Flavio Sala intende esprimere tutte le proprie potenzialità tecnico-espressive che lo hanno già portato a vincere Concorsi Internazionali di grande importanza come quelli di Gargnano, Ancona, Barletta ed Alessandria.

Chiude la 3a rassegna l’ensemble Consort ’900 che sabato 22 maggio proporrà un repertorio interamente basato su musiche del ’900: Da un’idea di Marcello Remigi, l’ensemble è formato da 11 musicisti: G.Battista Piantoni flauto tr., Damiano Bertasa clarinetto, Marino Remigi sax tenore, Ugo Gelmi fagotto, Mario Castelli e Luca Giupponi trombe, Alessandro Castelli trombone, Stefano Bertoli percussione, Marcello Remigi chitarra, Fabio Locatelli pianoforte e Riccardo Crotti contrabbasso. In programma musiche di Kurt Weill, Igor Stravinskij, Gorge Gershwin ed Astor Piazzolla.

(30/03/2004)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags