Giovedì 16 Marzo 2006

Arturo Riccioli, personale a Vaprio d’Adda

«Arte, colore e sogno» il titolo della personale che presenta il pittore Arturo Riccioli a Vaprio d’Adda con una esposizione di opere che abbracciano un arco di trent’anni della sua produzione artistica.
In questo contesto é possibile scoprire in Arturo Riccioli la sua evoluzione pittorica che, di anno in anno, é andata sempre più aprendosi a visioni nuove della realtà e che si rivelano pittoricamente, attraverso stilemi figurativi associati o concomitanti con quelli surrealisti. Sogno e realtà, realtà e sogno, quindi, senza che ne abbia a soffrire l’aspetto interpretativo. Infatti Arturo Riccioli «parte» sempre da un dato di fatto ben preciso quale, per esempio, un paesaggio, per renderlo «vivo» attraverso il colore e trasformarlo poi in una immagine «sognata». Su tutto si concretizza il concetto di arte, in quanto ogni soggetto preso in esame è realizzato a finalità artistica. Non si tratta pertanto di semplice rappresentazione, bensì di profonda analisi sui valori della vita, la gioia che deriva dal contatto diretto con la natura, l’estasi interiore fatta immagine descrittiva sinceri sentimenti poetici. E ben scrive, tra l’altro, nella presentazione dell’attuale mostra Maria Grazia Colombo: «Arturo Riccioli, questo cantore della vita onirica rappresenta, con un atteggiamento di trasognato distacco, la solitudine dell’uomo,intesa come condizione esistenziale, nell’atmosfera rarefatta dei suoi paesaggi».

Durata della mostra
fino al 2 aprile
Orari
tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 15 alle 19
Dove
Galleria «Brambati Arte», Via Natale Perego 13 - Vaprio d’Adda

(16/03/2006)Lino Lazzari

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags